Contenuto riservato agli abbonati

Classifica degli istituti modenesi «Il liceo scientifico Fanti di Carpi è la miglior scuola della provincia»

A certificarlo i risultati del portale specializzato Eduscopio Per chi cerca lavoro la prima scelta è il Ferrari di Maranello

Paola Ducci

Sono il liceo scientifico Manfredo Fanti di Carpi e l’istituto Ferrari di Maranello le scuole migliori della nostra provincia, rispettivamente per chi decide di affrontare un percorso universitario dopo le superiori e chi invece è più propenso ad affacciarsi direttamente al mondo del lavoro.


A dirlo sono i risultati di eduscopio.it, il portale, curato dalla Fondazione Agnelli, nato nel 2014 e di fruizione semplice e gratuita che si propone di aiutare a scegliere la scuola dopo la terza media. Eduscopio è diventato un riferimento per le famiglie e per le stesse scuole come dimostrano i milioni di utenti che ne visitano il sito e ne consultano le pagine interattive ogni giorno.

Gli studenti possono così comparare gli istituti dell’indirizzo di studio che interessa nell’area dove risiedono, sulla base di come queste preparano per l’università o per il mondo del lavoro dopo il diploma. L’idea di fondo su cui si basa questo progetto è quella di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria, i risultati universitari e lavorativi dei diplomati, per poi trarne delle indicazioni di qualità sull’offerta formativa delle scuole da cui essi provengono.

Nel nostro ambito provinciale quest’anno sono stati i licei scientifici ad avere la meglio su tutte le altre scuole, se il Fanti di Carpi è il numero uno, al secondo e al terzo posto assoluto si sono posizionati il Tassoni di Modena e il Formiggini di Sassuolo, seguiti dal Wiligelmo sempre di Modena e dall’Allegretti di Vignola. Nella prima categoria di scuole, ovvero quelle che preparano ad un percorso universitario, sempre nel contesto scientifico ma con indirizzi che affrontano le scienze applicate, un ottimo risultato lo ha conseguito il liceo Galilei di Mirandola mentre per gli istituti tecnici e tecnologici è il Fermi di Modena ad avere la meglio come miglior scuola tecnica della provincia.

«Una riconferma importante – ha dichiarato il dirigente del Fermi Paolo Pergreffi – avallata sia dai risultati delle prove Invalsi, anche quest’anno risultate tra le migliori non solo a livello provinciale e regionale ma anche nazionale, nonostante la Dad e la scuola a singhiozzo, che dall’altissima percentuale di ragazzi che una volta diplomati al Fermi intraprendono l’università con ottimi risultati».

Se passiamo all’ambito umanistico il miglior liceo classico della provincia è lo storico Pico di Mirandola, seguito dal Muratori San Carlo di Modena, che però si aggiudica il titolo di miglior liceo linguistico.

Per quanto riguarda le scienze umane è invece il liceo Sigonio di Modena a riconfermarsi tra i migliori anche per quanto riguarda l’indirizzo economico e sociale: «Siamo felici di questo risultato – ha aggiunto il dirigente del Sigonio Claudio Caiti – è frutto del nostro impegno e della serietà con cui affrontiamo il lavoro quotidiano. L’offerta formativa della nostra scuola è davvero ampia e insieme alle materie caratteristiche degli indirizzi offre quelle umanistico tradizionali, come la filosofia e la psicologia che aiutano gli studenti ad interpretare meglio la società e ad acquisire competenze trasversali che gli saranno utili per affrontare il loro percorso universitario».

E se per gli indirizzi tecnico- economici il Paradisi di Vignola è il migliore, seguito dal Luosi di Mirandola e dal Barozzi di Modena, quanto alle scuole che preparano per il mondo del lavoro per l’indirizzo tecnico e tecnologico al primo posto c’è il Levi di Vignola, seguito dal Corni di Modena e dal Ferrari di Maranello che però si aggiudica il primo posto assoluto e nell’ambito professionale dedicato all’industria e ai servizi, seguito dal Don Magnani di Sassuolo.

Per il Tecnico economico è invece l’istituto Baggi di Sassuolo ad aggiudicarsi il primo posto sopra al Luosi di Mirandola e al Barozzi di Modena.

Infine per gli istituti professionali dedicato ai servizi in vetta c’è lo Spallanzani di Castelfranco seguito dal Levi e dall’Elsa Morante di Sassuolo.

Il portale è ricchissimo di dati e tra questi permette di conoscere la percentuale di occupati che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal diploma tra quanti non si sono immatricolati all'università.

© RIPRODUZIONE RISERVATA