Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Contagi in aumento: ieri 120 casi Ma i ricoveri sono ancora stabili

Sono 23 le persone in ospedale per il virus: si tratta in gran parte di pazienti anziani e con patologie

Continua l’aumento dei contagi in provincia di Modena, anche se il numero dei ricoverati resta sostanzialmente stabile. Sono gli elementi che emergono dal bollettino Covid per la giornata di ieri. Partendo dai tamponi positivi, dunque, sono 120 quelli registrati ieri in provincia: il Comune con il maggior numero di casi è quello di Castelfranco (20), seguito da Modena (15), Formigine (14), Carpi (12), San Cesario e Savignano (8) e San Prospero (6). Ieri nel Modenese non ci sono stati decessi, mentre a livello regionale le morti riconducibili al Covid sono state 4, e i tamponi positivi sono stati 712.

E se il numero dei contagi è tornato a crescere negli ultimi giorni, quello dei pazienti ricoverati negli ospedali modenesi resta sostanzialmente stabile: sono 25, infatti, i pazienti con tampone positivo ricoverati oggi al Policlinico, due dei quali si trovano in terapia intensiva e altrettanti in terapia sub-intensiva. I pazienti ricoverati per le conseguenze del Covid sono 23, mentre gli altri due sono stati portati in ospedale per altri motivi, e solo a quel punto è stata riscontrata la positività al tampone. Circa la metà dei pazienti ricoverati risultano essere vaccinati, un dato che vale sia per la terapia intensiva e semi intensiva, sia per i ricoveri nei reparti Covid. Ma quali possono essere le ragioni di un numero così alto di vaccinati sul totale dei ricoverati? Posto che il numero assoluto dei ricoverati resta per fortuna piuttosto contenuto, al momento gran parte dei ricoverati sono molto anziani e con diverse patologie: si tratta dunque di persone particolarmente fragili, in cui la risposta immunitaria dopo il vaccino è senza dubbio diversa rispetto alle persone più giovani. Dati confermati da quelli sull’età media dei pazienti ricoverati negli ospedali modenesi per le conseguenze del virus, è che è di 70 anni, mentre per quanto riguarda i ricoverati vaccinati l’età media è di 79,9 anni, che scende a 59,27 per i non vaccinati. L’età media dei pazienti ricoverati tra terapia intensiva e sub intensiva è 68,75 anni.


Nel frattempo, continua la campagna di vaccinazione in provincia: alla data di giovedì scorso erano state somministrate complessivamente 1.118.473 dosi di vaccino, di cui 551.788 prime dosi, 525.223 seconde dosi e 41.462 dosi aggiuntive (addizionali e booster).

A livello regionale, alle 15 di ieri erano state somministrate complessivamente 7.057.938 dosi di vaccino, mentre 3.522.227 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinale con la doppia dose. Le terze dosi somministrate in Emilia Romagna sono invece arrivate a quota 253.190.

Sempre a livello regionale, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 42 (due in più rispetto a giovedì), 362 quelli negli altri reparti Covid. L’età media dei nuovi positivi di ieri è 41,5 anni, mentre la situazione dei contagi nelle province, a parte i 120 tamponi positivi del Modenese, vede Bologna al primo posto con 134 nuovi casi, mentre a Ravenna sono stati 87, a Cesena 79 a poi Forlì 66, a Rimini 52, a Parma e Reggio 39, a Ferrara 36, a Imola 34 e infine Piacenza con 26 casi.

L.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA