Contenuto riservato agli abbonati

Vignola. Sta pulendo davanti a casa ed è travolta da un furgone Grave donna di 92 anni

Mattia Vernelli

Vignola. Nessuno dei due s’è accorto dell’altro. Né la novantaduenne, M.S. le sue iniziali, che stava spazzando le foglie davanti a casa. Né il ragazzo al volante del furgoncino, che lentamente retrocedeva per uscire dal cortile della signora. È avvenuto così alle 10 di ieri mattina un incidente in via Gobetti, costato alla donna un grave trauma toracico, diverse fratture alle costole e al bacino.


Alla guida del furgoncino Iveco Daily protagonista dell’impatto c’era un 25enne di Casalecchio, che aveva appena lasciato un pacco nel cortile dove si trova anche un’azienda di cui la signora è proprietaria dell’immobile.

«Andava pianissimo in retromarcia – racconta un dipendente della ditta – solo che non ha visto che sulla sua strada c’era la signora piegata, intenta a raccogliere delle foglie, proprio sulla linea del cancello. Il furgone non possiede il lunotto ed è piuttosto largo, e questo pregiudica molto la visibilità. Lui si è affidato solo agli specchietti retrovisori, inconsapevole della presenza dietro di lui. In più la signora, probabilmente non sentendo bene, non ha udito il sentore della retromarcia. L’urto – continua – non è stato particolarmente forte, ma è bastato per far cadere abbastanza violentemente sull’asfalto la signora. Il ragazzo era visibilmente provato, ha chiamato subito il 118. È poi corso dentro al capannone, cercava qualcuno che potesse aiutarlo a prestare i primi soccorsi. Qui in azienda ci siamo fermati tutti per andare a vedere le condizioni della povera anziana. Abbiamo subito capito che la situazione poteva essere grave».

Sul posto sono arrivate l’automedica e l’ambulanza del 118 che ha portato via la signora in codice rosso, che, nonostante le importanti fratture, i testimoni dicono che non ha mai perso coscienza. È intervenuto anche il corpo della polizia locale dell’Unione Terre dei Castelli per effettuare i rilevamenti all’interno del cortile e nei metri antistanti la proprietà della signora. Quest’ultima è stata ricoverata all’ospedale di Baggiovara in terapia intensiva e con prognosi riservata, ed è sotto costante osservazione del personale medico, che sta monitorando l’evolversi delle condizioni.

Grande è l’apprensione dei famigliari, che sono costantemente vicino alla 92enne. È il genero, visibilmente scosso, a rilasciare le prime dichiarazioni qualche ora dopo l’accaduto. «Io non ho visto lo schianto, ma abitando sopra alla ditta mi hanno chiamato subito. Mia suocera era per terra distesa sull’asfalto, e perdeva un po’ di sangue dal naso e aveva delle ferite sul braccio. Ma ciò che ci ha spaventato di più – dice affacciato sul balcone – sono le fratture che gli hanno interessato il torace, il quadro medico non è affatto confortante. Spero davvero riesca a riprendersi, anche considerata l’età».

© RIPRODUZIONE RISERVATA