Contenuto riservato agli abbonati

Via Giardini, il Comune di Modena corre ai ripari «Spostiamo i posti auto vicini ai pedonali»

L’assessore Filippi spiega i cambiamenti: «Da piazzale Risorgimento alla periferia anche segnaletica e rallentatori»

MODENA Dalla risistemazione dei parcheggi al potenziamento della segnaletica verticale, con l’inserimento di rallentatori ottici. Dopo l’incidente che ha coinvolto un ciclista 90enne e numerose segnalazioni dei residenti, il Comune si appresta a modificare la viabilità sulla via Giardini, nella zona del Gallo, affrontando così il problema degli attraversamenti pedonali parzialmente “coperti” dai posti auto sulle strisce blu o bianche a disco orario. Un problema che riguarda in particolare tre attraversamenti, nel tratto compreso tra piazzale Risorgimento e viale Barozzi, venendo dal centro di Modena e procedendo in direzione Formigine, dove la visibilità degli attraversamenti è ridotta proprio a causa delle auto regolarmente posteggiate sugli appositi stalli, creando situazioni molto pericolose per chi vuole passare dall’altra parte della strada.

Ma dopo le segnalazioni e gli incidenti, appunto, il Comune ha deciso di prendere provvedimenti: «In via Giardini, asse su cui insiste un intenso transito veicolare - spiega l’assessore comunale alla Mobilità sostenibile Alessandra Filippi - dal 2016 in poi, con la realizzazione del percorso ciclopedonale è cresciuto in modo significativo anche il transito di pedoni e ciclisti.

L’amministrazione, anche a seguito di alcune segnalazioni, ha già effettuato negli anni scorsi alcuni interventi per aumentare la visibilità degli attraversamenti e sta valutando ulteriori revisioni per accrescere la visibilità reciproca tra pedoni e veicoli». Ma quali sono dunque le prospettive per gli attraversamenti pericolosi nella zona del Gallo?

«Con particolare attenzione al tratto da piazzale Risorgimento in uscita dal centro città - annuncia l’assessore - sarà valutata una rimodulazione della sosta nelle aree limitrofe agli attraversamenti, un potenziamento della segnaletica verticale e l’inserimento di rallentatori ottici in carreggiata (strisce trasversali a larghezza crescente), oltre a interventi di manutenzione della segnaletica orizzontale».

La titolare della Mobilità in Comune ricorda quindi che «la via Giardini è una strada ad alta percorrenza, ed è necessario che i veicoli pongano attenzione e rispettino i limiti di velocità, proprio perché è forte anche la presenza di pedoni e ciclisti». Novità che in futuro potrebbero anche riguardare gli stessi attraversamenti pedonali: «Nel lungo periodo - riprende Filippi - potrà seguire una più complessiva revisione del sistema di attraversamenti sull’asse stradale, con un aumento dei punti di attraversamento al fine di garantire una migliore capillarità nella riconnessione dei percorsi pedonali e una più completa verifica delle condizioni di visibilità tra pedoni e veicoli».

L’assessore chiude quindi ricordando che «già nel 2019 sono stati eseguiti interventi di potenziamento della segnaletica verticale bifacciale di attraversamento pedonale in corrispondenza degli attraversamenti della chiesa di San Faustino e di via Panni, mentre è in programma un importante intervento di riordino degli attraversamenti e della disciplina stradale nel tratto Amendola-Corassori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA