Contenuto riservato agli abbonati

Fanano, dopo 75 anni cambia gestione il bar che servì anche l’elefante

La famiglia Passini da tre generazioni teneva le redini del Caffè Centauro di piazza Vittoria Adesso Claudio detto “Carletto” passa il testimone alle sorelle Elisa e Francesca Toschi  

FANANO. Dopo 75 anni, un bar storico di Fanano come il Caffè Centauro di piazza Vittoria cambia gestione. Claudio Passini, la cui famiglia ne teneva le redini da tre generazioni, ha passato il testimone alle sorelle Elisa e Francesca Toschi, che sabato per l’inaugurazione del nuovo corso hanno offerto caldarroste e vin brulè a tutti, assieme a Claudio e sua moglie Emanuela, che comunque affiancheranno le ragazze in questo primo periodo.

«Il bar fu aperto subito dopo la fine della guerra da mio nonno Alfonso – racconta Claudio, per tutti “Carletto” come suo padre – poi quando morì nel 1948 subentrò mia nonna Pierina, quindi mio papà Carlo, inizialmente con la sorella Gabriella, poi da solo. O meglio, con noi della famiglia, perché io sono praticamente nato nel bar: quando ero piccolo mia mamma mi teneva nel box vicino al bancone, e da ragazzo ho cominciato subito a servire. Una vita intera, sì, piena di episodi da raccontare. Ma il più bello resterà sempre quello capitato a mio papà negli anni ’60: un giorno si ritrovò davanti al bar nientemeno che… un elefante! Era scappato dal circo che si era sistemato nel campo sportivo che c’era lì nell’area del Palaghiaccio, e arrivato giù voleva entrare nel bar perché sentiva l’odore delle paste! Mio papà per tenerlo a bada diede fondo alle scorte di tortino porretta che aveva in bar, e funzionò: riuscì a mantenerlo buono davanti all’ingresso finché non arrivò il domatore che lo riportò su al circo». Il fatto fu immortalato in una mitica foto di Agostino Arletti.


Questo e tanti altri aneddoti. Adesso però c’era voglia di voltare pagina: «A 55 anni, avevo bisogno di un cambiamento e ho deciso di cedere l’attività (non la proprietà, che resta della famiglia, ndr) a due brave ragazze del paese, che sono sicuro faranno molto bene. Per qualunque cosa, io ci sarò comunque sempre». Carletto sta insegnando loro tutti i segreti del mestiere, incluso quello della preparazione del mitico gelato fatto tutto a mano, il fiore all’occhiello del bar: «La ricetta speciale è di mia nonna – spiega – è stato un piacere tramandarla: hanno imparato bene e potranno continuare la tradizione».

Piene di entusiasmo Elisa e Francesca, ragazze di Fellicarolo figlie del “missile” Germano Toschi, chiamato così perché da piccolo in 15 minuti tornò a razzo da Casa Baroni a Fanano con un meccanico per la riparazione di un trattore. «Abbiamo messo subito la foto del papà di Claudio in bella mostra nel locale perché vogliamo muoverci all’insegna della tradizione – sottolinea Elisa – speriamo di essere all’altezza, daremo il massimo». «Claudio è carinissimo con noi, ci sta insegnando tutti i segreti dell’arte con premura e pazienza – nota Francesca – è molto bello partire così».

«A Elisa e Francesca complimenti e un grande in bocca al lupo – commenta il sindaco Stefano Muzzarelli – mi fa enormemente piacere vedere che delle persone del posto si fanno avanti per permettere il proseguimento di un’attività storica nel cuore del paese. A loro incoraggiamento e gratitudine. E un grande grazie alla famiglia Passini per essere sempre stata un punto di riferimento per tutti questi anni».