Contenuto riservato agli abbonati

«Tangenziale di Modena: velox tarato male». Una multa annullata dal giudice

Una sentenza che potrebbe portare diverse novità per il futuro. Il dispositivo rappresenta la prima fonte di reddito per il Comune

Modena. L’autovelox sulla tangenziale, si sa, è lo spauracchio di tutti i modenesi. E per il Comune è la prima fonte di reddito. Ma una sentenza potrebbe riservare parecchie novità.

«L’autovelox fisso posizionato all'uscita 6 della tangenziale Carducci di Modena può sbagliare e produrre verbali errati. Ora una sentenza del giudice di pace lo dimostra». A segnalarlo è il raggruppamento di piccoli imprenditori del trasporto merci “Ruote Libere”. «Di fronte a una multa rilevata dal velox della tangenziale Carducci - fa sapere la portavoce Cinzia Franchini- il giudice ha annullato il verbale. Decisivo il sistema satellitare che l’azienda aveva fatto collegare al mezzo e che dimostrava che il camion non aveva mai superato il limite consentito. Il ricorso è fondato e il verbale viene annullato per erroneo rilevamento della velocità, si legge nella sentenza del Giudice di Pace di Modena del 22-09-2021 e depositata il 10 novembre. Il veicolo è infatti munito di satellitare collegato al cronotachigrafo digitale che rileva gli spostamenti e la velocità del mezzo», aggiunge Franchini.


Una sentenza che apre un fronte notevole se si pensa a quante multe, quotidianamente, vengono comminate grazie a quel velox. L’apparecchiatura che oggi è sistemata sulla tangenziale Carducci, nei pressi dell’uscita 6 in direzione Bologna, continua invece a fare un sacco di multe: si viaggia tra le 70 e le 100 al giorno.

Partendo dai dati del 2021, gli occhi elettronici installati in tangenziale continuano a sorprendere un numero decisamente importante di automobilisti: a gennaio le infrazioni rilevate sono state 3.095 (con una media di 100 sanzioni al giorno) e a febbraio sono salite a 3.097, ovvero 110 multe al giorno.