Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Raffica di furti in abitazione Rubati gioielli per 15mila euro

Colpo in via Ariosto. Smontata una cassaforte in via Verdi. Ladri “acrobati” in via Martiri di Belfiore

Serena Arbizzi

Filotto di furti in abitazione in più zone della città, caratterizzati da un punto in comune: sono stati commessi all’orario di cena, quando i ladri, complici le ore di buio anticipate, entrano in azione contando di non essere visti.


Ha fruttato un bottino di oltre 15mila euro in gioielli d’oro quello che si è consumato ai danni di un residente in via Ariosto, vicino alla stazione dei treni. Secondo quanto riferito dai vicini, si tratterebbe di un dipendente comunale. Qui, i malviventi si sono introdotti nell’appartamento all’ora di cena: una volta all’interno hanno fatto man bassa di tutti gli oggetti preziosi che hanno trovato. I ladri hanno portato via oggetti d’oro, prevalentemente.

Ieri mattina, sul posto sono interventi gli agenti della Scientifica del commissariato di Carpi, per prendere tutte le impronte e le tracce utili per ricostruire l’accaduto e risalire al colpevole.

Secondo quanto riferito da alcuni residenti del quartiere, si è verificato un furto anche in via del Perugino, nel quartiere dell’ospedale. Zona diversa, stessa tecnica. Qui alcuni malviventi sarebbero entrati in azione nelle ore di buio, portando via un bottino sostanzioso di oggetti preziosi.

Soltanto pochi giorni fa, i ladri avevano colpito in un’abitazione di via Giuseppe Verdi, a ridosso di via Nicolò Biondo, a pochi passi dal centro storico. Qui è stata o completamente smontata una cassaforte con il risultato che ai proprietari, oltre al danno del furto, è rimasta anche la beffa di dover ripulire dalla polvere e dal disordine provocato dai banditi. Anche in questo caso, sono intervenuti gli agenti del commissariato di Carpi.

Anche nel cuore del centro storico, tra le vie Andrea Costa e Giuseppe Rocca, c’è chi si lamenta degli assalti subiti da parte di bande che sono pronte a tutto pur di portare via il bottino, magro o sostanzioso che sia.

Sono trascorse soltanto poche settimane, poi, da quando una coppia di anziani è riuscita a far fuggire i ladri che stavano già tagliando le inferriate per entrare.

Una coppia di coniugi di 82 e 79 anni stavano per subire l’assalto dei malviventi che si erano arrampicati sul balcone della casa di fianco avendo così accesso alla finestra dell’abitazione dove vive la coppia. I ladri avevano fatto entrare in funzione il flessibile per tagliare le inferriate: un rumore che non è passato inosservato ai residenti che, accorgendosi che qualcosa non andava, avevano notato la presenza dei banditi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA