Contenuto riservato agli abbonati

Modena. La Francescana sempre al vertice del Gambero Rosso

C’è fermento nel mondo dell'alta cucina alla vigilia della presentazione, di nuovo in presenza, di due tra le guide principali che fotografano la ristorazione italiana, in una fase così peculiare come la ripartenza dopo il lungo stop dettato dall'emergenza sanitaria. Apre i giochi, oggi a Roma, il Gambero Rosso, mentre l'indomani Michelin Italia ha scelto per la prima volta la Franciacorta, nel bresciano, come palco per la cerimonia di revelation star, l'annuncio delle insegne stellate nella 67esima edzione. È proprio tra le 37 conferme del Gambero Rosso ci sono le tre forchette alla Francescana di Massimo Bottura. Nulla trapela, come tradizione, tra i curatori della «rossa», salvo l'anteprima dei nuovi ingressi nella lista dei 255 Bib Gourmand, i ristoranti vincenti per gusto, cultura gastronomica e rapporto qualità/prezzo, secondo il giudizio degli ispettori e di Sergio Lovrinovich, direttore della Guida Michelin Italia. Le ambite stelle, da una a tre, vengono assegnati ai ristoranti, non allo chef; idem per le Tre Forchette, massimo riconoscimento di Ristoranti d'Italia 2022 del Gambero Rosso, la cui presentazione oggi torna live e riunisce i migliori esponenti dell'enogastronomia italiana, dai bistrot alle birrerie, dai locali etnici alle trattorie fino ai grandi ristoranti. Nonostante le dolenti note, i locali che hanno chiuso i battenti, e le difficoltà della ripresa (brigate spesso ridotte e mancanza di personale qualificato), il settore, sottolineano i curatori, è ripartito alla grande: tornano le liste d'attesa per conquistare un tavolo alla «corte» dei ristoranti più blasonati. A testimonianza che c'era una gran voglia di tornare al ristorante. Per gli esperti del Gambero Rosso «la ristorazione italiana sta dando prova di grande vitalità e maturità».