Contenuto riservato agli abbonati

Carpi, il raid dei ladri a Cortile: furti anche al ristorante

La frazione carpigiana presa di mira durante la notte: «Puntavano a rubare le nostre auto» E dal locale “L’Anatra” spariscono formaggi, carne e altri generi alimentari

CARPI. Una frazione presa d’assalto, con banditi sorpresi dai residenti e messi in fuga dalle urla, nella migliore delle ipotesi, auto razziate, ristorante e azienda vicina derubati e un suv sottratto dall’abitazione. Tutto in una notte.

ORE D'ASSEDIO. Hanno vissuto ore di assedio i residenti di Cortile, nella notte fra domenica e lunedì, quando i malviventi hanno portato via tutto quello che hanno potuto, dalle auto, dal ristorante L’Anatra, oltre che dalla vicina azienda Perinda.


RAFFICA DI FURTI. A essere prese di mira sono state numerose vie della frazione, dove i banditi sono entrati in azione, complici le ore di buio che hanno agevolato il raid. I furti sono avvenuti tra via Verona e via 1°dicembre, dove le macchine aperte sono state tantissime ed è stato portato via qualsiasi tipo di oggetto: dalle scarpe alle giacche. Qui, qualche residente ha visto quattro persone aggirarsi tra le auto. Il filotto di furti è proseguito in via Chiesa, la via principale della frazione. «A me hanno rubato una macchina grigia pick-up modello Isuzu Dmax che probabilmente hanno utilizzato per caricare tutta la refurtiva – dichiara un residente – se la vedete contattate i carabinieri».

AL RISTORANTE. I banditi si sono diretti verso il ristorante L’Anatra, dove hanno portato via generi alimentari come formaggio o alcuni tipi di carne. Mentre nella vicina azienda, Perinda, i ladri hanno fatto man bassa di alcune monetine che hanno trovato all’interno, dopo aver forzato la finestra ed essere entrati. «Il danno da mettere a posto sarà di certo superiore al bottino che hanno portato via – confida il titolare dell’azienda Christoph Dosser – Ho trovato anche la macchina aperta: stavo cercando la mia giacca, riposta all’interno, ma non l’ho trovata. Si vede che farà parte della refurtiva che hanno saccheggiato. Io ero in casa, ma dormivo profondamente, quindi non mi sono accorto di nulla. È andata peggio al ristorante qui di fianco, L’Anatra, dove hanno rubato beni alimentari».

Nell’abitazione di fronte, al civico 25, i malviventi sono stati sorpresi dalla giovane residente. «Sono rientrata verso mezzanotte e 20 – racconta Giulia Maramotti, 22 anni – Ero appena arrivata in auto quando ho sentito il rumore distinto provocato da due persone dietro di me. Uno indossava un giubbino rosso, l’altro uno blu. Quest’ultimo era un po’ più alto dell’altro. Avevano una corporatura media. Quando li ho visti ho iniziato a urlare. Per fortuna sono scappati a piedi per la campagna. L’obiettivo era depredare le auto: lo abbiamo capito subito perché li ho sorpresi mentre giravano intorno alle macchine».

DANNI ALL'AUTO. Ma non è finita qui, alcuni residenti sono stati derubati anche nello stradello Rossi. E ieri mattina, una famiglia che, soltanto sabato scorso, aveva già subito il danneggiamento di un’auto, si è trovata a fare i conti con la stessa, brutta sorpresa. «Il finestrino dell’auto di mio marito è stato rotto in mille pezzi – rivela Patrizia Ferri – La macchina era parcheggiata a ridosso dell’argine tra Cortile e Sozzigalli. Ed è stata danneggiata proprio come la nostra seconda auto, sabato mattina: abbiamo capito che era stata presa di mira dai vandali: l’abbiamo trovata con i vetri rotti e le gomme tagliate».

I furti non sono mancati in altre zone della città. I carabinieri, infatti, sono riusciti ad arrestare due giovani, un 19enne e un 18enne, che insieme a un altro complice stavano scavalcando una recinzione. I militari stavano pattugliando la zona dopo una prima segnalazione seguita a un tentativo di furto in appartamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA