Contenuto riservato agli abbonati

Formigine. Sulla tangenziale auto “sorvegliate” da un Tutor: le multe lieviteranno

È nei piani del Comune e porterà oltre un milione in multe Soldi che verrebbero spesi per la sicurezza della viabilità

Stefania Piscitello

FORMIGINE. Nei mesi scorsi gli automobilisti più indisciplinati hanno tremato quando da un giorno all’altro hanno visto nella tangenziale Modena-Sassuolo fare capolino un palo simile a un tutor all’altezza dell’uscita Ponte Fossa, territorio di Formigine. Quel famoso palo è ancora lì, ma non si tratta di un tutor.


Attenzione però: l’attivazione del rilevamento della velocità media dei veicoli in entrambe le direzioni di marcia è comunque in programma ed è già stata espletata la gara relativa all’affidamento del servizio. Ci vorrà ancora tempo insomma, e non si conoscono ancora i tempi effettivi di realizzazione del progetto che mira a incentivare la sicurezza di un tratto di strada ad alta incidentalità proprio a causa dell’eccessiva velocità.

C’è una cosa però che non può passare inosservata: già, perché nel documento che attesta la previsione per l’anno 2022 della destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada, approvato con delibera di giunta nei giorni scorsi, la cifra prevista rispetto a quella che nel 2020 era invece stata pensata per il 2021 è decisamente più alta.

Che sia proprio perché arriverà il tutor? Andiamo con ordine: si tratta di una previsione che tutti i Comuni fanno, delle entrate derivate dalle sanzioni per violazione al codice della strada. Il calcolo viene generalmente fatto a partire dalle sanzioni degli anni precedenti (guardando qual è stato il trend in passato), dalle indicazioni della polizia locale e anche in base agli obiettivi del Comune. Parte dei proventi delle sanzioni, per legge, devono essere reinvestiti per la sicurezza stradale; le percentuali di reinvestimento per i vari interventi sono fisse, ma in pratica il concetto è che più è alto l’introito derivato dalle multe più sarà alta la cifra da potere mettere a disposizione per tali interventi.

Parliamo dunque della previsione dei proventi delle sanzioni per il 2022 a Formigine: il calcolo parla di oltre 1milione e 862mila euro (al netto della quota destinata a fondo crediti dubbia esigibilità). Più del doppio della cifra calcolata nel 2020 per il 2021: in quel caso infatti la somma prevista era stata di 757mila e 500 euro. Guardando indietro di un altro anno, per il 2020 erano stati previsti poco più di 710mila euro. Insomma, una bella differenza, che accende l’attenzione sul sistema tutor di cui si parla anche nel documento di previsione 2022.

Sembra quindi che l’anno prossimo, quando dovrebbe essere attivato il tutor, la previsione sia che possano scattare parecchie sanzioni. Occorrerà adesso attendere, innanzitutto per capire quando e se il sistema di controllo della velocità entrerà effettivamente in azione. Intanto è stata fatta una previsione di come la somma che potrebbe essere arrivare dalle multe del prossimo anno dovrà essere spesa: più di un milione di euro per interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, comprese la segnaletica e le barriere, e dei relativi impianti, altre somme serviranno per la sicurezza stradale a tutela degli utenti più deboli (bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti), ma anche per corsi didattici finalizzati all’educazione stradale nelle scuole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA