Il Consiglio sarà online: si scatena la polemica

Maranello. È polemica a Maranello per la convocazione della prossima seduta del Consiglio di venerdì in videoconferenza. A non condividere questa modalità di convocazione è il Gruppo Lega Salvini Premier. «Riteniamo che allo stato attuale e in riferimento ai consigli comunali dei paesi limitrofi - evidenzia il consigliere Luca Barbolini - ci siano tutti i presupposti per adempiere al lavoro di consigliere comunale in presenza. Siamo dispiaciuti che il presidente del consiglio comunale non abbia tenuto conto nell'eventualità di poter organizzare il Consiglio in forma mista per chi non riesce ad essere presente e quindi libero di collegarsi on line. Il buon senso e il normale svolgimento con tutte le buone regole di igienizzazione dovrebbero consentire il normale svolgimento del la seduta senza negare ai consiglieri comunali di svolgere il loro dovere e il normale mandato dei cittadini». Anche Davide Romani e Matteo Bergamini, rispettivamente referente provinciale Lega e referente di sezione (ed entrambi consiglieri a Formigine), sono intervenuti: «A Formigine, il consiglio è in modalità mista, - spiegano - e la maggior parte dei consiglieri è in presenza mentre si collegano online solo alcuni». Bergamini conclude: «Ad oggi dopo quasi due anni di emergenza sanitaria se vengono rispettati tutti i protocolli il rischio di contagio è pressoché nullo calcolando che la maggior parte di tutti noi è vaccinata, in questo caso non capiamo il motivo di questa scelta».
S.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA