Contenuto riservato agli abbonati

Maranello. Per divertirsi durante la notte danno alle fiamme un tavolo

Praticamente distrutti gli arredi del parco Ferrari Erano stati installati  solamente poco tempo fa L’allarme dai residenti

MARANELLO. Un fine settimana decisamente “di fuoco” a Maranello dove alcuni vandali, muniti di accendino e non si sa cos’altro, hanno appiccato le fiamme al parco Ferrari, distruggendo alcuni degli arredi.

È successo tra sabato e domenica, presumibilmente nella serata di sabato. Alcuni ignoti – perché ad accorgersene sono stati i residenti la mattina seguente, quando il danno era già stato fatto – hanno praticamente distrutto un tavolo presente nell’area verde. Un tavolo da pic-nic che, tra l'altro, era stato recentemente installato dal Comune che negli scorsi mesi si è occupato di posizione nuovi arredi nei parchi. Sono stati alcuni cittadini a fare l'amara scoperta domenica.


«Non capisco cosa ci trovino di divertente a compiere gesti simili – lamenta uno di loro – capita di vedere anche in altre zone, come al parco degli Artisti, ragazzini che si divertono a bruciare qualsiasi cosa gli capiti sotto tiro. Penso che al di là dell'atto vandalico in sé, questa situazione sia molto pericolosa. Con tutte le foglie secche è un attimo che quella che per loro è una goliardata si possa trasformare in qualcosa di più grave».

Grave è comunque apparso anche lo spettacolo del tavolo distrutto dal fuoco al Parco Ferrari: «Stavo andando a fare due passi col mio cane. Di solito mi fermo qualche minuto e mi siedo su una delle panchine del parco. Quando l’altro giorno ho visto quel che rimaneva del tavolino non volevo crederci», continua.

Più residenti segnalano episodi simili che, stando alle testimonianze, sarebbero ad opera di ragazzi particolarmente giovani: in più occasioni pare che questi ragazzi siano stati ripresi e abbiano risposto con parole cariche di maleducazione. «C'è chi dice che questi comportamenti siano dovuti al lungo periodo di restrizioni che abbiamo dovuto affrontare – conclude amareggiato un cittadino – Ma quello che credo io è che in ogni caso debbano essere fatti più controlli. Prima di tutto però occorrerebbe che le famiglie vigilassero di più sui loro figli».
S.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA