Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Ancora un blitz no-mask a scuola e il video va in rete Offese alla bidella

Scunzani si filma al Barozzi ma è respinto dall’addetta Su Telegram la ingiuriano: «Infame, mezza donnetta»  Nel pomeriggio ci ha provato pure all'hub vaccinale

MODENA. È entrato ancora una volta in una scuola senza mascherina nel tentativo di distribuire volantini contro le disposizioni dell’autorità sanitaria.

Marcello Scunzani stavolta ci ha provato all’istituto Barozzi di Modena, dove è stato respinto da una operatrice scolastica che in modo fermo ma educato lo ha fatto uscire. Il video della triste improvvisata è stato come al solito filmato di nascosto con il cellulare ben incastrato nel marsupio dello stesso Scunzani e poi diffuso da un giornalista, Davide Zedda, sull’omonimo canale Telegram che conta oltre 60mila iscritti.


Il rituale di Scunzani è ormai trito e ritrito. Lo ha ripetuto negli ospedali, nei supermercati, in altre scuole, nelle biblioteche e in altri locali pubblici. Nella sua ultima impresa ha aperto il cancello del Barozzi, ha attraversato la piazzetta e poi ha varcato l’ingresso entrando nell’atrio.

Qui ha trovato una addetta della scuola che lo ha invitato a più riprese ad uscire, minacciando anche di chiamare i Carabinieri. E Scunzani con sarcasmo le ha risposto: «Ah i carabinieri mi daranno anni di carcere...». Non contento ha aggiunto: «È il momento in cui le bidelle si possono permettere di fare così». Il tentativo di umiliare la donna che aveva di fronte si è sgretolato davanti alla porta che gli è stata chiusa in faccia.

Sempre negli ultimi giorni ha disturbato i volontari di Ant (Assistenza nazionale tumori) durante un’iniziativa in piazza Grande.

Scunzani è già indagato dalla Procura di Modena per episodi simili, ma non sembra curarsene minimamente. Anche in questa occasione il volto dell’operatrice scolastica è finito online senza alcuna autorizzazione.

E i commenti nel canale del giornalista Zedda sono stati ignobili. Scrive ad esempio l’utente Miguel: «Marcello per me è molto in gamba una persona che merita tutto il rispetto della gente intelligente e non covidiota come quella mezza donnetta covidiota INFAME.... pupazzi merdaioli siringati merde umane».

Verrebbe da rispondere al signore qui sopra: «È il momento in cui anche i Miguel di tutto il mondo si possono permettere di fare così».

NEL POMERIGGIO TENTATIVO ANCHE ALL'HUB VACCINALE

Non contento ieri Marcello Scunzani, insieme a un altro no-mask modenese Luciano Fontana, si è recato in via Minutara all’interno dell’ex Aeronautica, dove si trovano il drive through per l’esecuzione dei tamponi e l’hub vaccinale per il Covid. In sella alle loro biciclette, Scunzani e Fontana si sono aggirati tra le auto in coda con i cittadini che attendevano il loro turno per il tampone molecolare. Poi sempre in bicicletta si è recato all’hub vaccinale. Qui è sceso ed è entrato nella sala d’attesa post-vaccinale per chiedere informazioni sulle vaccinazioni pediatriche. Uno dei volontari gli ha chiesto cosa volesse, prima di invitarlo ad andarsene. Ovviamente il tutto è stato filmato ed è stato pubblicato da Davide Zedda, giornalista, sul suo canale Telegram. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA