Contenuto riservato agli abbonati

Modena, un altro blitz del solito no-mask al Teatro Comunale con video e offese sessiste

MODENA «Froc... di merda. Checca isterica, metrosessuali, ducetto di sto cazzo».

Questo è il becero contenuto di uno dei commenti apparsi su internet e riferiti a una maschera del Teatro Comunale di Modena. L’addetto del teatro ha avuto la sfortuna di trovarsi al centro di un video girato di nascosto da un noto no-vax modenese, Marcello Scunzani.


Quest’ultimo, come ormai solito da diversi mesi, è entrato a teatro senza mascherina e senza green pass, riprendendo il tutto di nascosto con il sui telefonino. L’azione dimostrativa è durata una decina di minuti, in cui Scunzani ha dapprima parlato con due donne che si trovavano in coda per fare i biglietti e poi ha cercato di accedere nel cuore della struttura.

Alle due spettatrici ha raccontato di essere un virologo e di sapere perfettamente come la pandemia sia un falso. Entrambe gli hanno ribadito la loro fiducia nella scienza e nei vaccini e una delle due si è beccata dell’oca gratuitamente.

Poco dopo Scunzani è stato fermato da una dipendente del teatro che gli ha chiesto di uscire, ma senza ottenere alcun risultato. A quel punto è intervenuto un altro addetto che con toni più decisi, ma mai maleducati, ha nuovamente invitato Scunzani ad allontanarsi. Anche in questo caso nessun risultato. Anzi, il no-mask si è sentito “sfidato” nell’orgoglio e ha proseguito nella sua azione.

Il tutto, come detto, è stato ripreso e il video è stato pubblicato dal giornalista Davide Zedda sul suo canale Telegram che conta oltre sessantamila iscritti. E qui come al solito gli utenti hanno commentato il video osannando Scunzani e sommergendo di offese, anche sessiste, la maschera (e tanti saluti alla privacy).

GIB

© RIPRODUZIONE RISERVATA