Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Allarme in piazza Torre: «Fuoco vicino alla Ghirlandina» Ma è il vapore di una caldaia

Il fumo dalla palazzina posta di fronte al monumento fa temere un incendio: i vigili del fuoco si precipitano e accertano che non c’è pericolo

MODENA. Un incendio nel cuore culturale e artistico della città, peraltro in un giorno di festa come quello dell’Immacolata? È quello che si è temuto ieri pomeriggio in un punto che, per la sua delicatezza, non consente di avere neanche il sospetto di qualcosa che non va: piazza della Torre, ai piedi della Ghirlandina.

In centro c’era la classica folla dei giorni di festa, un viavai continuo. Ci si preparava ormai alla cerimonia che di lì a poco avrebbe visto i vigili del fuoco omaggiare la statua della Madonna sulla facciata del municipio. A un certo punto ci si è accorti, con sempre maggiore preoccupazione, di fumo bianco provenire in modo sempre più denso dall’ultimo piano della palazzina di fronte alla Ghirlandina, lì dove c’è il negozio di articoli sportivi e quindi i musei. Un eventuale incendio avrebbe potuto mettere a repentaglio il patrimonio Unesco, non c’era spazio per la minima esitazione: è stato dato subito l’allarme, che ha portato sul posto in pochissimi minuti i vigili del fuoco, che hanno iniziato subito gli accertamenti sotto lo sguardo preoccupato della folla, alla presenza anche del sindaco e del vescovo. Alla fine, per fortuna, tanto rumore per nulla: i pompieri hanno accertato che il fumo proveniva da una caldaia in un appartamento non abitato, utilizzato dalla Curia come deposito, ma non era difettosa. Si trattava solo di vapore, che col calo delle temperature si è notato di più.


I vigili del fuoco hanno voluto sincerarsi che fosse effettivamente così, restando anche per un attento monitoraggio. Ma alla fine le conclusioni non sono cambiate: solo fumo, o meglio vapore, senza nessun rischio incendio. E l’allarme è rientrato.