Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Il panettone solidale a favore dei volontari per la lotta all’ictus

Allo “Chalet 3.0” si può acquistare il tipico prodotto natalizio e fare beneficenza. Domani sera anche una cena per Alice

“Due cuori e uno Chalet”: questo il titolo del progetto di beneficenza che caratterizza il Natale al locale di piazza Garibaldi.

L’iniziativa vede la collaborazione dello Chalet, su iniziativa della titolare, Simona, con l’associazione “Alice” di Carpi, per la lotta all’ictus cerebrale.


Il progetto nasce dalla forza insospettabile, «da quella riserva di energia che emerge quando la vita ci mette alla prova – spiegano dallo Chalet – Abbiamo trascorso momenti di sconforto e mesi difficili tra chiusure e restrizioni, ma non ci siamo mai arresi, e con grinta e coraggio abbiamo affrontato tutto. Ora abbiamo sentito che era il momento di ringraziare, abbiamo sentito il bisogno di fare qualcosa di speciale per la città, di dare un segnale importante di solidarietà e abbiamo scelto una realtà locale a cui siamo vicini per esperienze personali e che crediamo, come del resto tutte le associazioni di volontariato, abbiano sofferto anche loro in questi due anni di pandemia».

Per la prima volta, quest’anno, il locale produce il panettone artigianale a marchio Chalet 3.0 legandolo, appunto a un’azione benefica. «Si tratta di una specialità artigianale, preparata con solo l’utilizzo del lievito madre e materie prime di altissima qualità – spiega Simona – per la sua realizzazione sono necessari circa tre giorni di lavorazione, con oltre 48 ore di lievitazione. I gusti disponibili sono tre: ai tre cioccolati, pere e cioccolato o arancia candita e uvetta. Il panettone non porterà solo bontà sulle nostre tavole ma anche un altro tipo di bontà: infatti il cliente che lo acquisterà contribuirà anche alla lotta contro l’ictus. A ogni panettone, Chalet 3.0 devolverà 5 euro ad “Alice”».

Il panettone si può acquistare direttamente in piazza Garibaldi 29, ma anche sul sito chaletcarpi.it, nella sezione asporto.

Domani sera, poi, si terrà la cena al locale in si potrà scegliere tra il menù di mare o di terra composto da primo, secondo e contorno e si concluderà con la degustazione di questo speciale panettone. Anche in questo caso, parte del ricavato verrà destinato ad Alice. Alla serata parteciperanno anche i volontari dell’associazione, il loro presidente Maurizio Calestrini, e tutti coloro che vorranno contribuire. Prenotazione obbligatoria.