Contenuto riservato agli abbonati

Vignola e Guiglia piangono il vigile del fuoco Giovanni “Bacco” Baccolini

Si è spento a 56 anni a causa di un malore e la sua scomparsa, così improvvisa e assurda, ha gettato in un profondo sconforto colleghi e famigliari.

VIGNOLA. Si è spento a 56 anni a causa di un malore e la sua scomparsa, così improvvisa e assurda, ha gettato in un profondo sconforto colleghi e famigliari. 
Se n’è andato così, Giovanni “Bacco” Baccolini, amatissimo vigile del fuoco, residente a Guiglia, ma in forza al distaccamento di Vignola. 
 
 
Giovanni è stato trovato senza vita dalla madre nella sua abitazione nella mattina di Santo Stefano, domenica scorsa, quindi. 
Tanti hanno espresso ai famigliari le più sentite condoglianze per quello che viene ricordato da numerose persone come un amico, oltre che un collega.
Giovanni aveva lavorato fino a pochissimi giorni prima: era smontato dall’ultimo turno nella giornata di Natale. Mai i colleghi si sarebbero aspettati di non rivederlo più: con il suo vigore e la sua simpatia sapeva coinvolgere e trascinare gli altri, strappando sempre un sorriso. Il funerale si terrà una volta terminati gli accertamenti: è stata, infatti, predisposta l’autopsia per fare chiarezza sulle cause del decesso. Giovanni lascia due figli. 
Il comando provinciale del vigili del fuoco di Modena si stringe al dolore della famiglia. 
S.A.
<SC1038,169> RIPRODUZIONE RISERVATA