Contenuto riservato agli abbonati

Controlli della Stradale. Le classiche multe ai modenesi: si telefona e si dimenticano le cinture

La polizia Stradale fa oltre mille multe in un mese agli automobilisti trasgressori Agenti protagonisti anche dell’operazione a livello europeo “Alcohol &Drugs”

Un piano unico europeo che ha visto in connessione tutte le polizie per un’azione congiunta a favore della sicurezza al volante. Si chiama infatti “Alcohol &Drugs” l’operazione a cui ha dato il proprio contributo anche la polizia Stradale di Modena. Dispiegando pattuglie di tutte le articolazioni presenti sul territorio provinciale (Sezione di Modena, sottosezione autostradale di Modena Nord e distaccamenti di Mirandola e Pavullo), i poliziotti si sono fatti notare nell’intera provincia.


«L’operazione “Alcohol & drugs” – si legge in una nota – è un’iniziativa europea di sensibilizzazione contro la guida in stato di ebbrezza alcolica organizzata da Roadpol – European Roads Policing Network. Dal 6 al 12 dicembre sono state eseguite giornate di controlli a tappeto che hanno visto impegnate le pattuglie della polizia Stradale su strade e autostrade dell’intero Paese, in contemporanea ai servizi svolti a livello europeo dalle altre polizie. L’obiettivo dell’operazione contro la guida in stato di alterazione per uso di sostanze alcoliche è quello di incrementare i livelli di sicurezza stradale e ridurre il numero delle vittime da incidente stradale. L’iniziativa si colloca nell’ambito del Piano D’Azione Europeo 2021 – 2030, con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti e diminuire il numero dei feriti gravi in Europa e nel mondo».


Solo in questo contesto – è il bilancio complessivo sul territorio modenese – sono state controllate 163 persone, elevata una sanzione per guida in stato di ebrezza da sostanze alcoliche e contestati tre reati a carattere penale.
A questa attività coordinata di tutte le Polizia europee si sono aggiunti i controlli rafforzati disposti dal questore di Modena e dal dirigente il Compartimento polizia Stradale dell’Emilia Romagna, indirizzati alle priorità locali. E così i dati numerici raccontano che dal 1 dicembre, la polizia Stradale ha proceduto a rilevare in provincia 32 incidenti stradali, a contestare 967 infrazioni al codice della strada e a norme complementari, di cui 9 violazioni per guida in stato di ebbrezza alcolica. Sono invece state 27 le multe per il mancato uso dei sistemi di ritenuta (particolare attenzione viene spesso adottata per i seggiolini dei bambini ancorati ai sedili posteriori).

Per l’utilizzo del cellulare o di altri apparecchi digitali mentre si guida sono state fatte 39 multe a dimostrazione di come troppa gente ancora guidi, lasciandosi distrarre dai dispositivi telefonici ed elettronici. Sono stati controllati complessivamente con etilometro 426 conducenti; decurtati 1672 punti patente, ritirate 15 patenti, per la successiva sospensione, e 11 carte di circolazione per veicoli sottoposti a fermo amministrativo o a sequestro. L’attività – conclude l’elenco diffuso dalla questura – ha visto il dispiegamento su strada di 410 pattuglie di personale della specialità della polizia di Stato.