Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Un’asta fino a 300 euro per una cartolina dello stadio  Cabassi 

La fotografia era stata spedita a Capodanno del 1944 Una cifra inusuale che nemmeno i collezionisti si spiegano Mai una foto dello stadio era arrivata a quel prezzo

la storia

Lo stadio Cabassi fa gola ai collezionisti.


Stiamo parlando di una fotografia risalente agli anni Quaranta, venduta su e-Bay a un prezzo clamoroso, ma quando scatta la passione per un oggetto, tutto diventa possibile.

La fotografia-cartolina era stata spedita a Capodanno del 1944: in primo piano c’è lo stadio comunale, ripreso chiaramente in bianco e nero, come consentiva la tecnologia dell’epoca. L’immagine è stata venduta dopo un testa a testa fra tre soggetti, secondo quanto è dato sapere, a ben 322,50 euro, spese comprese: non è tanto la cifra in sè a dover impressionare, quanto l’asta per una foto d’epoca dello stadio di Carpi, non proprio uno dei soggetti più amati dai collezionisti. Un record per una cartolina che, apparentemente, non rivela particolari chicche storiche.

«Questa vicenda ha dell’incredibile – spiega Marzio Govoni, collezionista di fotografie storiche – Per far capire quanto sia raro quello che si è verificato racconto un episodio. Un archivio fotografico con alcune centinaia di immagini sulla storia del Carpi, alcune degli anni Dieci e Venti e altre riproduzioni, è finito sul mercatino. Il prezzo era di 300 euro e non è stato raggiunto l’accordo. Anche per questo capiamo come sia clamoroso che la cartolina del “Cabassi” sia stata venduta a una somma così… Tutto lascia pensare che si siano incrociate due persone che avevano il sogno di possedere questa cartolina, magari mancante da una collezione. Considerato, inoltre, l’anno di uscita magari si era verificata una piccola tiratura: è sicuramente rara. Stiamo parlando di un multiplo degli anni Quaranta. Io ho comprato a 300 euro un capolavoro di un pittore carpigiano dell’Ottocento. Stiamo, quindi, parlando di una situazione assolutamente legittima, ma che lascia a bocca aperta».

Il mondo dei collezionisti carpigiani è molto ristretto. È possibile che la cartolina sia stata acquistata pertanto da chi è appassionato di immagini storiche raffiguranti stadi. Da quanto si conosce tramite la vendita on line l’oggetto si trovava a Bologna ed è stato venduto il 3 novembre.

S.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA