Contenuto riservato agli abbonati

Concordia Si allontana dall’incidente Rintracciato e denunciato

La Polizia locale Area Nord individua l’uomo  che aveva colpito un ciclista nel doppio investimento in via per San Possidonio

concordia. L’anziano 76enne travolto la settimana scorsa in via per San Possidonio è ancora gravissimo in ospedale. Le sue condizioni sono ancora particolarmente critiche e i medici di Baggiovara non sciolgono la prognosi, mantenendolo costantemente monitorato.

Nel frattempo, però, la Polizia locale dell’Area Nord ha concluso gli accertamenti per ricostruire tutti i dettagli di un drammatico incidente, innescato da un doppio investimento. Nei pressi dell’incrocio con via Parri, a ridosso dell’argine, il 76enne era stato colpito da un’utilitaria e subito dopo travolto anche da una monovolume in transito. Inizialmente le due vetture si erano fermate per comprendere la situazione ma poi l’utilitaria, guidata da un anziano concordiese, ha lasciato la scena dell’incidente. Cosa lo abbia portato ad allontanarsi non è stato in grado di dirlo né è riuscito a giustificarsi di fronte agli operatori che lo hanno rintracciato anche se non è stata un’impresa così semplice.


Il conducente della monovolume ha infatti spiegato agli agenti il proprio punto di vista, che a loro volta hanno anche annotato le precarie condizioni di visibilità dal momento che a quell’ora il sole era particolarmente abbagliante. In concomitanza con i rilievi in via per San Possidonio sono scattate le indagini da parte degli altri colleghi della Polizia locale Area Nord. Accertamenti che si sono sviluppati in due direzioni: attraverso le telecamere installate in zona si è proceduto a verificare quali auto avrebbero potuto transitare in orario compatibile all’incidente e grazie anche ad alcuni dettagli raccolti sul posto si è ulteriormente circoscritta la ricerca che alla fine ha portato all’anziano conducente dell’utilitaria.

Nei suoi confronti sono scattate due denunce: la prima per omissione di soccorso per essersi allontanato senza prestare assistenza; la seconda per le lesioni gravi al ciclista, che potrebbe essere rubricata in altro modo in caso di modifiche sostanziali del suo stato di salute.



© RIPRODUZIONE RISERVATA