Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Ragazzini e rider ad alto rischio Sovrappasso sulla tangenziale

Troppi attraversamenti pericolosi. Il Comune affida il progetto. Truzzi: «Serve sicurezza e qualità» 



Finalmente il tanto sospirato attraversamento pedonale e ciclabile sopraelevato sulla tangenziale Bruno Losi diventerà presto realtà e collegherà il quartiere sud ovest urbanizzato di Carpi Morbidina con la nuova cosiddetta “area food” dove sono collocati Burgher King, Mc Donald, il Giusto Spirito e altri locali di intrattenimento e ristorazione.


«La realizzazione di questa nuova infrastruttura – specifica l’assessore ai Lavori pubblici Marco Truzzi – si colloca all’interno di una serie di interventi di rigenerazione urbana che hanno l’obiettivo di ricucire e riconnettere con la città aree di carattere sportivo, commerciale e residenziale che si sono sviluppate in questi anni al di là della tangenziale. Questo è di fondamentale importanza per evitare lo sviluppo di un eventuale degrado ma è soprattutto un’ottima soluzione per poter permettere l’attraversamento della tangenziale in totale sicurezza vista la frequentazione dell’area food anche da parte di giovanissimi e famiglie con bambini».

E il tema della sicurezza non è secondario visto che sono state tante in questi anni le situazioni di pericolo che si sono create a fronte di impavidi pedoni che affrontano l’attraversamento anche in condizioni meteo precarie o quando la visibilità non è delle migliori.

«Peraltro – continua Truzzi – proprio in questi due ultimi anni in cui la pandemia ha portato al forte sviluppo dei servizi di delivery, i numerosissimi rider in servizio in zona hanno cominciato a percorrere quel tratto di tangenziale per ritirare le commesse nei locali dell’area, mettendo a repentaglio la propria vita soprattutto nelle ore serali. E proprio dai loro rappresentanti sindacali è arrivata una segnalazione di pericolo».

L’Amministrazione comunale intende così dar corso alla realizzazione di una pista ciclopedonale che collegherà via Parmenide con via delle Magliaie. E se l’obiettivo del 2022 è quello di conferire l’incarico ad un professionista in possesso delle adeguate conoscenze tecnico-professionali necessarie all’espletamento del servizio per poi approvare il progetto definitivo, l’inizio lavori dell’infrastruttura è previsto per il 2023, anno in cui è stato messo a bilancio per un valore complessivo di 700mila euro. Ma non è tutto. Sempre nel bilancio 2023 è stata messa a budget una seconda infrastruttura che avrà la medesima funzione e poco lontano dalla prima: «Si tratta di un altro attraversamento pedonale e ciclabile di cui ancora si deve discutere la tipologia che dovrà permettere l’attraversamento della tangenziale Bruno Losi ma all’altezza degli impianti sportivi, in cui si trova anche la piscina», informa l’assessore Truzzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA