Giro di droga tra Palermo e Finale Emilia: 22 indagati, 17 in manette

Associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio e detenzione di droga ai fini di spaccio. Queste le accuse rivolte a vario titolo ai 22 indagati di una inchiesta portata avanti dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo

PALERMO Associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio e detenzione di droga ai fini di spaccio. Queste le accuse rivolte a vario titolo ai 22 indagati di una inchiesta portata avanti dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo che ha chiesto e ottenuto l'arresto per 17 persone: otto sono finite in carcere e nove ai domiciliari.

Carini blitz anti spaccio dei carabinieri: 22 indagati e 17 arresti. Anche a Finale Emilia

Per altri cinque indagati, invece, è scattato l'obbligo di firma. Scoperte due distinte organizzazioni che operavano nell'area di Carini. L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri della Compagnia del grosso centro alle porte di Palermo e ha coinvolto altri quattro Comuni della provincia: Isola delle Femmine, Capaci, Terrasini e Borgetto. Misure cautelari sono state eseguite anche a Enna e a Finale Emilia, in provincia di Modena. Le indagini sono state avviate dai carabinieri di Carini nel luglio 2018 quando ignoti, in due diverse circostanze, avevano ferito due cavalli, di cui uno in modo mortale, all'interno di una stalla di Torretta, piccolo centro del Palermitano.

Un'azione che secondo i militari era riconducibile a controversie sorte nell'ambito del traffico di cocaina, marijuana e hashish nei Comuni di Carini, Isola delle Femmine, Capaci, Cinisi e Terrasini. Le indagini dei carabinieri avevano già portato a 12 arresti in flagranza di reato 12 persone e a due denunce a piede libero per detenzione di droga ai fini di spaccio. Operazioni che avevano portato anche al sequestro di 3,3 chili di hashish, di settecento grammi di cocaina e di seicento grammi di marijuana. Sequestrati, infine, oltre cinquemila euro in contanti.