Contenuto riservato agli abbonati

Le sfogline a Palm Beach: Matilda e Lorenza preparano i tortellini

Sono per i 400 invitati in Florida all’evento Cavallino Classic dedicato al mondo Ferrari A cucinarli sarà William Lenzotti chef sassolese e nipote d’arte



Castelfranco. Ferrari e tortellini: un binomio vincente della modenesità, che si ripropone in questi giorni a Palm Beach, in Florida, dove si tiene uno dei più importanti concorsi del mondo dedicati alle vetture di Maranello, il Cavallino Classic. Per la cena di gala di domani, sabato ci sarà infatti tanta Italia nei menu, grazie a William Lenzotti, nipote della cuoca personale di Enzo Ferrari negli anni Cinquanta, Cesira: lo chef e sommelier William, lasciato per qualche giorno il suo ristorante a Sassuolo (e anche quello all’interno del Mef), è volato ieri in Florida con la socia Donatella Galvani per preparare “in salsa modenese” i piatti tipici della tradizione emiliana, con particolare attenzione alle ricette preferite dal Commendatore.


I tortellini che verranno serviti per la cena (400 coperti) saranno quelli fatti a mano sul posto da due Maestre sfogline volontarie dell’associazione La San Nicola di Castelfranco Emilia, Matilda Stojku e Lorenza Rodolfi. Da lunedì Matilda e Lorenza sono al lavoro già dall’alba nelle cucine per preparare circa 50 chili di pasta, tirando ovviamente la sfoglia con il mattarello sul tagliere e utilizzando per il ripieno solo gli ingredienti previsti dalla ricetta depositata dei Tortellini Tradizionali di Castelfranco. Domani nel pomeriggio le due sfogline nostrane non mancheranno di mostrare agli ospiti di Cavallino Classic la loro abilità, nel corso di uno show cooking “alla modenese’”.

La Cavallino Inc. che organizza questo evento (giunto all’edizione numero 31) è stata acquisita da non molto da Canossa Events di Reggio, che già nel luglio scorso aveva portato al Motor Valley Fest un’edizione speciale del Concorso di Eleganza di Palm Beach. La manifestazione (la sua sede cittadina è stata Casa Maria Luigia di Massimo Bottura, sposando così auto e cucina ai massimi livelli) ha fatto convergere in questa occasione in piazza Roma alcune delle Ferrari più importanti al mondo, per storia e valore.

Circa 150 saranno le vetture partecipanti all’edizione 2022 del Cavallino Classic al The Breakers, un resort di lusso: non mancherà una celebrazione dei 60 anni della Ferrari 250 Gto, uno dei modelli più iconici nella storia dell’automobile, ed è prevista una classe dedicata ai 75 anni di Ferrari (nata infatti nel 1947) il ché permetterà di avere un incredibile colpo d’occhio sull’intera storia della produzione di Maranello, con una vettura per anno. Domenica 23, al celebre Mar-a-Lago Club, si terrà infine la giornata aperta anche ad altri marchi automobilistici della Motor Valley, i cui collezionisti si uniranno a quelli Ferrari per una giornata da trascorrere insieme in nome di una comune passione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA