Contenuto riservato agli abbonati

Caro-bollette, nel Pd modenese è caos su Hera: "In 350mila potranno pagare a rate"

Faccia a faccia tra Muzzarelli e l'azienda, che allarga la fascia per la dilazione. Ma i costi saranno sostenuti dal Governo

Qualcuno lo considera un passo avanti, qualcun altro fa notare che per un’azienda che scoppia di salute, come certificano i conti del 2021, anche l’ultimo provvedimento è poca cosa, peraltro finanziata almeno in parte dal governo con la Legge di Bilancio. Al centro ci sono ancora le bollette stratosferiche arrivate in questi giorni ai modenesi, e in particolare la posizione di Hera, che martedì scorso aveva annunciato l’attivazione di un servizio ad hoc agli sportelli, dando una serie di consigli per consumare meno, a partire dall’...abbassamento del riscaldamento. Parole che hanno fatto infuriare tanti modenesi, compresa la consigliera regionale del Pd Francesca Maletti, per la quale la multiutility potrebbe e dovrebbe fare molto di più.

E mentre le parole della consigliera regionale hanno creato il caos nel Pd, con il “patto dei sindaci” preoccupato di conservare i dividendi garantiti dalla multiutility, il tema è stato affrontato ieri anche dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli in un incontro con i vertici dell’azienda: «Il caro-bollette non è certo un problema che può essere affrontato a livello locale - spiega - serve un intervento deciso del governo e una forte politica energetica. Ma qualcosa si può fare e si deve fare anche sul territorio: ho incontrato i vertici di Hera - fa sapere Muzzarelli - e ho chiesto loro di valutare quali interventi straordinari possano essere attivati dall’azienda, oltre a ciò che dovrà essere garantito dal governo riducendo il peso delle accise oppure con risorse straordinarie per tagliare le bollette. È chiaro che Hera ha acquistato l’energia a certi prezzi e non può certo distribuirla sottocosto, ma credo ci siano spazi per intervenire sulle possibilità di rateizzazione a favore delle imprese e delle famiglie, andando oltre i numeri già alti dello scorso anno».

Per quanto riguarda i consigli per risparmiare che avevano fatto infuriare tante persone (Maletti compresa), il primo cittadino li giudica positivamente, ma ha «chiesto rassicurazioni sulla conferma e sul rilancio delle agevolazioni per le famiglie che hanno una fascia Isee più bassa e che, sono convinto, siano già molto attente al risparmio. Oltre a imprese e famiglie, servirà anche attenzione per il mondo della cultura, dello sport, del terzo settore e del volontariato. Certe bollette possono diventare insostenibili per queste associazioni».

Il pressing dei primi cittadini, a partire da quello di Modena, ha quindi portato la multiutility ad allargare il bacino delle rateizzazioni: «In questo periodo di forte crescita dei prezzi dell’energia che sta mettendo in difficoltà famiglie e imprese - fa sapere Hera - il gruppo ha da tempo assunto impegni concreti a sostegno dei propri clienti ed è pronto ad ampliarli. Innanzitutto, solo nel 2021, sono state concesse ai clienti modenesi circa 30mila rateizzazioni delle bollette (200mila a tutti i clienti). A valle della crisi energetica è già stato predisposto un piano per un ulteriore ampliamento di questo strumento, a beneficio di famiglie e imprese, nel pieno rispetto delle disposizioni normative, con disponibilità ad arrivare fino a 350mila rateizzazioni nel 2022, senza applicazione di interessi. Uno strumento - continua Hera - a cui i clienti possono accedere con estrema facilità chiamando il call centre o recandosi agli sportelli. Per importi superiori ai duemila euro è stato studiato un apposito canale che prevede un appuntamento con personale dedicato».

Del resto, proprio il governo in Finanziaria ha messo a disposizione un miliardo per le rateizzazioni: anche per questo c’è chi continua a considerare troppo poco incisiva la proposta della multiutility. «Infine - chiude Hera - giova precisare che la tensione nei prezzi dell’energia coinvolge anche lo stesso gruppo, che utilizza per i propri servizi più di 750 milioni di Kwh e 100 milioni di metri cubi di gas».

© RIPRODUZIONE RISERVATA