Contenuto riservato agli abbonati

Morto l’imprenditore Domenico Montecchi

Aveva 99 anni: ha fondato l’azienda di trasporti Transmec di Campogalliano, diventata un Gruppo internazionale

È deceduto a 99 anni Domenico Montecchi, classe 1922, considerato il fondatore del Gruppo Transmec, l’azienda di trasporti e logistica di Campogalliano che vanta una storia di oltre 170 anni.

La denominazione Transmec risale ai primi anni Settanta del Novecento ma l’origine della vicenda imprenditoriale della famiglia Montecchi risale al 1850 quando Domenico Montecchi, omonimo e nonno dell’imprenditore deceduto ieri, a Querciagrossa di Pavullo iniziò a trasportare merci con un biroccio trainato da un cavallo.


Da quella attività di trasportatori che via via si sono evoluti si è arrivati al grande Gruppo di settore che attualmente è la Transmec.

Gaetano, figlio del primo Domenico di questa storia, nel 1912 continuò a guidare l’azienda del padre e cinque anni dopo acquistò il primo autocarro, un Fiat 18BL.

Nel 1930 nasce la “Autotrasporti Montecchi Gaetano”, capace di proseguire anche negli anni tremendi della guerra. Gli anni della ricostruzione favoriscono successivamente un incremento significativo dell’attività: Gaetano può assumere autisti e coprire con frequenza anche i trasporti verso il Sud d’Italia in tempi notevoli per quegli anni. Nel 1957 entra in scena il secondo Domenico Montecchi della storia aziendale, l’imprenditore deceduto ieri. Domenico è il figlio di Gaetano e fonda la “Domenico Montecchi Trasporti Internazionali”. Nel 1971 l’azienda sposta la sede a Vignola e assume il nome di Transmec: per questo Domenico Montecchi, il nipote, sul sito dell’azienda viene definito fondatore dell’impresa.

Nel 1979 viene inaugurata la nuova sede a Spilamberto e nel 1988 avviene il trasferimento a Campogalliano, che tuttora ospita la grande impresa che è diventata Transmec in un vero polo industriale. Negli anni successivi si assiste a una autentica crescita esponenziale di Transmec al punto da diventare un Gruppo internazionale con sedi nel Regno Unito, Francia, Belgio. Crescita di cui Domenico Montecchi è grande protagonista. Nel 1996 Transmec si sistema in quella che è l’attuale sede legale a Campogalliano, cui seguono le aperture in Polonia, Turchia, Germania. Dall’anno 2000 l’espansione nel Centro-Sud America; viene fondata “Transmec Overseas” in Perù, Brasile, Cile, Venezuela. L’espansione prosegue in Spagna, India, Romania. Ora Transmec ha sedi operative in 40 Paesi del mondo ed è guidata dalla quarta generazione dei Montecchi, vale a dire da Danilo e Massimo, che assieme a Mariangela sono i figli di Domenico: ancora negli ultimi mesi, quasi centenario, il fondatore di Transmec seguiva con comprensibile interesse le vicende di Transmec.