Contenuto riservato agli abbonati

Maranello. Sindaco e giunta si adeguano lo stipendio in tre anni

Zironi passerà dagli attuali 2.900 euro lordi ai 4.140 del 2024: «Crescita graduale come impone la legge»

maranello. Anche il sindaco di Maranello Luigi Zironi e la sua giunta si aumentano gli stipendi, sulla base della nuova legge finanziaria che prevede un incremento dei compensi da qui fino al 2024: da quest’anno il sindaco avrà rispetto al 2021 circa 300 euro in più al mese, cifra che poi lieviterà fino al 2024. La direzione scelta dall’amministrazione è quella di un aumento graduale, ossia distribuito sui tre anni e che in pratica andrà ad adeguare l’indennità del sindaco al trattamento economico complessivo del presidente della Regione. Le indennità verranno aumentate in base alle percentuali stabilite dalla legge che si basano sul numero di residenti: Maranello, con i suoi circa 17.400 abitanti, si colloca nella fascia di popolazione tra i 10mila ed i 30mila abitanti.

A illustrare come gli stipendi lieviteranno è stato il sindaco Luigi Zironi in risposta a un’interrogazione presentata in consiglio da Vincenzo Sgambati del Gruppo Misto. «L’indennità mensile lorda del sindaco, che fino a dicembre 2021 è stata di 2928,31 euro lordi, circa 2100 netti – così Zironi – è aggiornata dal 1 gennaio 2022 a 3473,57 lordi, cioè circa 2.400 netti. Nel 2023 sarà determinata in euro 3752 lordi e nel 2024 in 4.140 lordi».


Con la stessa gradualità, l’indennità mensile lorda del vicesindaco Mariaelena Mililli che fino al 2021 ammontava a 1.610,57 lordi circa, quindi 1200 netti, è determinata in euro 1910 lordi che corrispondono a circa 1400 netti per l’anno in corso. Nel 2023 arriverà a 2063 euro lordi e nel 2024 a 2277 euro lordi. L’indennità mensile degli assessori (Chiara Ferrari, Alessio Costetti, Elisabetta Marsigliante, Daniela Ottolini) e del presidente del consiglio comunale Juri Fontana passerà invece dai 1317,74 lordi, cioè circa 1000 euro del 2021, ai 1563 lordi - circa 1200 euro netti - quest’anno. Poi si passerà a 1600 lordi l’anno prossimo e a 1863 lordi nel 2024, anno in cui termineranno questi “scatti” e in cui si andrà anche ad elezioni. «Si precisa che tutte le indennità sono corrisposte per 12 mensilità e non è prevista la tredicesima», ha evidenziato Zironi. «Ogni Comune – ha ricordato infine il sindaco – per legge può decidere in autonomia di aumentare le indennità in oggetto fin da subito senza gradualità, raggiungendo l’ammontare previsto per il 2024 già nel 2022, ma l’amministrazione di Maranello ha optato per la massima gradualità concessa dalla normativa, anche tenendo conto delle difficoltà economiche che caratterizzano questo momento storico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA