Bye bye Maranello I ricchi dell’Est non sgaseranno più sulla Ferrari

Il noleggio e un tour su una Gt rossa era imperdibile nella vacanza in regione 

LA FRENATA



Bye bye Maranello. Prima il Covid, adesso la guerra. Se c’era un posto per i russi imperdibile o quasi nelle loro vacanze in Italia o in Romagna be’ questo era Maranello dove da diversi anni si sono inventati i tour a noleggio sulle Ferrari, con i russi e i nuovi ricchi dellEst che facevano la fila e non badavano a spese per farsi un giro in Ferrari, con tanto di foto e video ricordo. E a volte anche multe visto che un po’ tutti hanno il piede pesante quando si va in “sella” al Cavallino...

Per Maranello e il suo “indotto” rosso, vuol dire veder azzerate le presenze di tanti turisti facoltosi proprio nell’anno e nell’estate alle porte che portavano una ventata di rilancio.

Una incertezza e previsioni negative che vive tutto il settore turistico, con un grande punto interrogativo sugli arrivi da Russia e Ucraina certo ma anche da altri paesi dell’Est. Global Blue, attiva nel settore del tax free shopping, ha fatto un’indagine sulle attività dei turisti russi e ucraini in Italia, per valutare quali mete italiane rischiano di subire gli impatti maggiori. «I russi hanno sempre avuto una importanza significativa per il tax free shopping italiano – spiega l’azienda –. Nel 2019, infatti, rappresentavano la seconda nazionalità per acquisti (12% del totale del mercato) con interessanti prospettive di crescita, dal momento che il loro shopping aveva registrato un +8% rispetto al 2018. Nel periodo gennaio 2021 – febbraio 2022, a causa della pandemia e delle restrizioni legate al Covid, il volume di acquisti tax free dei russi in Italia è diminuito rispetto al 2019, ma questa nazionalità ha comunque fatto registrare uno scontrino medio significativo, pari a 1.215 euro (+78% rispetto al 2019). Nel 2021 la meta di shopping preferita dai turisti russi è stata Milano, con il 39% delle vendite totali, seguita da Roma con il 17% degli acquisti tax free».

Ma l’estate aveva portato volumi e ricavi interessanti anche all’Emilia Romagna, la Riviera in prima fila ma poi c’è tutto il discorso del resto della regione: da Maranello e la Ferrari alle città da visitare e gli outlet per dare vita a shopping sfrenati. Nel 2021 il Fashion&Clothing è stata la categoria merceologica preferita dai turisti russi (87%) ma anche gli ucraini n Italia hanno speso, con uno scontrino medio pari a 1.088 euro in crescita del 45% rispetto al 2019.