Contenuto riservato agli abbonati

Modena, litiga con la vicina e usa lo spray irritante: panico nel condominio

Sulle scale arrivano i vigili del fuoco con maschere antigas poi l’allarme rientra. Ma una persona va al Pronto soccorso 

MODENA. Pompieri che fanno irruzione con la maschera antigas, agenti di polizia locale e della questura che intervengono in forze. Chi ha visto tutto questo giovedì sera in un condominio di via Nazario Sauro, a due passi dal centro, ha temuto uno scenario della massima emergenza. Invece si è trattato solo di una lite condominiale. Anche se ha condotto a un passaggio decisamente sopra le righe: l’utilizzo di spray al peperoncino da parte di uno dei due contendenti.

L’accaduto è ancora in fase di accertamento, ma dagli elementi raccolti finora pare che un 82enne si trovasse sulle scale condominiali quando ha incontrato una donna con cui ha dissapori da tempo. Ne è nata l’ennesima discussione, nel corso della quale l’anziano, evidentemente in stato di esasperazione dopo gli episodi del passato, ha preso la bomboletta di spray che aveva in tasca e l’ha usata. Al che la signora avrebbe accusato un malore che ha portato i suoi famigliari a dare subito l’allarme alle forze dell’ordine. E in termini decisamente preoccupanti, se i vigili del fuoco sono arrivati con tanto di mascherina antigas, pronti a intervenire in uno scenario di ambiente saturato dallo spray. Non era così, ma ovviamente lo si è capito solo sul posto. La signora comunque è stata portata al Pronto soccorso per accertamenti.


La cosa più importante è ovviamente che nessuno si sia fatto male davvero. Però è chiaro, in seconda battuta, che una situazione condominiale di esasperazione tale da condurre a un gesto del genere non va presa sottogamba, al di là del fatto che i due protagonisti possano denunciarsi a vicenda: la signora può denunciare lui per lesioni aggravate (lo spray al peperoncino è equiparato a un’arma), l’anziano può querelare lei per maltrattamenti verbali.

La famiglia dell’82enne ci tiene a far sapere che lui si trova in uno stato di grave prostrazione fisica e mentale dal 2016, «quando nel palazzo dove non c’era mai nessun problema è arrivata questa nuova famiglia che ha creato uno stato di crescente tensione. Lui non voleva assolutamente fare del male a nessuno, voleva solo andare sul solaio. Ma ha incontrato questa donna che ha incominciato a provocarlo. E lui, sicuramente sbagliando, è ricorso al peperoncino. Spruzzandolo però in aria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA