Contenuto riservato agli abbonati

Formigine. «Traffico in tilt con il mercato Spostate i banchi in centro»

I residenti protestano contro il caos di ogni sabato e propongono un’alternativa «Torni in piazza Calcagnini come prima. Pensate a chi serve un’ambulanza»



FORMIGINE. Spostare il mercato settimanale di Formigine da piazza Ravella ad una zona diversa, come ad esempio piazza Calcagnini. È l’idea lanciata da alcuni residenti, in particolare di quelli che abitano nei pressi di via Sant’Antonio dove il sabato, quando la vicina piazza ospita i banchi del mercato, il traffico va in tilt. In particolare, le auto di chi gira tra i banchi vengono parcheggiate ambo i lati, mentre al centro della strada si va a passo di lumaca non essendoci molto spazio. E nei giorni scorsi sulle pagine del nostro giornale alcuni residenti hanno lanciato un allarme: in caso di emergenza, mezzi di soccorso quali ambulanze o camionette dei vigili del fuoco, farebbero estremamente fatica a transitare e ad arrivare a destinazione in tempi celeri.


«Sarei molto felice se spostassero il mercato – così Graziella Marras, una residente – in centro storico come una volta sarebbe l’ideale. Hanno fatto questa grande piazza per tutti gli eventi in sicurezza, quale posto migliore?»

Graziella racconta, come altri, la propria esperienza e le proprie preoccupazioni: «Ho abitato in via Sant’Antonio fino a dieci anni fa, ci sono ancora i miei genitori lì. C’è un cancello automatico, il sabato è spesso usato come area di sosta. Mio padre ha 90 anni, mia madre 84 con gravi problemi di salute. Abbiamo spesso bisogno dell’ambulanza, l’idea di doverla chiamare di sabato mi terrorizza». Quello che teme la donna è dunque che si verifichi una situazione di emergenza proprio al sabato mattina: un problema non da poco in caso di arresto cardiaco o crisi respiratoria, in cui ogni minuto è fondamentale. Quello che spingerebbe i frequentatori del mercato a parcheggiare su ambo i lati sarebbe anche un problema con la segnaletica: durante la settimana via Sant’Antonio è a doppio senso, mentre il sabato diventa a senso unico il che genera confusione negli automobilisti. Sono tanti coloro che ritengono non idoneo l’attuale spazio in cui trova posto il mercato, tra questi Vincenzo, un altro formiginese: «Secondo me - commenta l'uomo - si dovrebbe trovare una diversa collocazione. So che alcuni hanno proposto il centro: immagino che ci sia un motivo per cui non si tenga lì, ma penso anche che portare il mercato davanti al castello gioverebbe anche ai titolari delle attività commerciali della zona, il che non sarebbe male». Il timore è sempre lo stesso: «Già per le macchine – conclude – è un caos, per i mezzi di soccorso sarebbe un disastro: so che in passato a qualcuno è capitato di averne bisogno al sabato mattina. L’ambulanza ci aveva messo un po’ ad arrivare proprio perché ostacolata dal traffico. Fortunatamente non era un’emergenza».