Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Il Giro donne colorerà la città Villaggio e festa in centro storico

In estate la partenza di una tappa della corsa femminile Eventi e iniziative correlate. Sarà la frazione più lunga

Sarà la tappa più lunga del Giro Donne coni suoi 126 chilometri e più e ieri è stata presentata in grande stile come occasione che coinvolge non solo gli appassionati di sport, ma tutta la città.

La quinta tappa del Giro Donne 2022, “Carpi-Reggio Emilia”, è stata illustrata alla presenza del sindaco Alberto Bellelli, dell’assessore allo Sport Andrea Artioli, dell’assessore alle pari opportunità Tamara Calzolari e di Federico Fantini dell’organizzazione.


La tappa si correrà martedì 5 luglio, subito dopo la “Cesena - Cesena” del 4 luglio.

L’Emilia Romagna sarà infatti la seconda regione - dopo l’avvio in Sardegna - a ospitare la più prestigiosa competizione a tappe nel panorama del ciclismo femminile internazionale, che attraverserà il territorio per due giorni, prima di spostarsi in Lombardia per le tappe 6 e 7.

La “Carpi - Reggio Emilia” percorre il territorio della regione per 126.1 chilometri, la sfida più lunga di questa edizione del Giro Donne. Una gara che valorizza soprattutto le doti delle velociste e, dopo la partenza nel cuore di Carpi, attraversa i comuni di Campogalliano, San Martino in Rio, Correggio, Campagnola Emilia e Poviglio, con un traguardo volante al chilometro 63.6, senza incontrare nessun pendio.

Al chilometro 80 la pianura però si interrompe e inizia una salita che conduce ai primi rilievi appenninici verso Bibbiano, Montecavolo, Albinea e Fogliano, prima di entrare a Reggio Emilia e tagliare il traguardo posizionato a fianco del Parco del Popolo.

Carpi accoglierà per un giorno il “quartier tappa”, base operativa del Giro Donne, un vero e proprio villaggio del cuore del comune che ospiterà le 144 atlete e l’entourage delle migliori 24 squadre al mondo, oltre a tutta la carovana organizzativa della competizione, per un totale di circa 600 persone coinvolte.

Il Giro Donne in Emilia-Romagna rappresenta un imperdibile appuntamento sportivo di altissimo livello e offre la possibilità di far conoscere la bellezza del territorio in tutto il mondo grazie alla distribuzione internazionale siglata con Discovery/Eurosport e con Rai per l’Italia: le immagini della gara saranno trasmesse infatti in oltre 160 Paesi.

Il Giro Donne, organizzato per il secondo anno consecutivo da Pmg Sport/Starlight, prenderà il via da Cagliari giovedì 30 giugno per concludersi a Padova domenica 10 luglio, passando attraverso Sardegna, Emilia-Romagna, Lombardia, Trentino-Alto Adige e Veneto. Una gara avvincente in 10 tappe lungo un percorso di mille chilometri dal grande valore tecnico, storico e naturalistico attraverso le bellezze di cinque regioni italiane, tra mare, montagne, colline, laghi, fiumi e città d’arte.

Nel frattempo, arrivano le indicazioni di viabilità per il passaggio del “Giro d'Italia” mercoledì 18 maggio.

Questo il percorso: S.S. 468 (da località Ponte Motta di Cavezzo), vie Roosevelt, Lago di Bracciano, Cavalieri di Vittorio Veneto (sottopasso), Pezzana, Manzoni, Giovanni XXIII, Guastalla, viale dell'Industria, strada statale 468 per Correggio. Tali vie, e loro laterali, saranno interessate da chiusure e modifiche alla viabilità che l’organizzazione del Giro stima fra le 13.30 circa e le 17 circa. Informazioni sul sito del Comune e della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA