Contenuto riservato agli abbonati

Castelfranco, aggredisce gli agenti alla Casa lavoro: «Basta, va trasferito»

Durante (Sappe) segnala due colleghi feriti da un recidivo. Il M5S annuncia l’arrivo di 12 guardie oltre alle 9 di Modena

Episodi di violenza all'interno della casa di reclusione di Castelfranco. Come segnala Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato Sappe della polizia penitenziaria, giovedì mattina un internato ha aggredito due poliziotti, procurando loro ferite giudicate guaribili in sette giorni. Lo stesso internato, aggiunge Durante, insieme ad un altro ha aggredito un detenuto e nelle fasi di ripristino della sicurezza tre poliziotti sono rimasti feriti, con lesioni di dieci giorni ciascuno. «Uno degli internati – fa notare Durante – che ha posto in essere la condotta violenta risulta essere quello che a febbraio scorso ha aggredito un ispettore causandogli ferite e che il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria non ha ancora trasferito presso un’altra struttura penitenziaria».

Intanto arrivano rinforzi nel personale della Penitenziaria “per risolvere le criticità di Modena e Castelfranco”, annuncia Vittorio Ferraresi, deputato finalese del MoVimento 5 Stelle insieme a Stefania Ascari, Gabriele Lanzi e Maria Laura Mantovani. I parlamentari anticipano l’arrivo di nove agenti per il Sant’Anna di Modena e dodici per la casa di reclusione di Castelfranco. I ventuno arrivi complessivi sono previsti all’interno delle disposizioni di mobilità del 180° corso. L’arrivo è previsto nei primi giorni di agosto.


«Le risorse sono state stanziate quando ero Sottosegretario alla Giustizia – riprende Ferraresi – e finalmente possono avanzare i concorsi con cui riempire i vuoti nell’organico dopo lo stop legato alla pandemia. Ricordo che a Castelfranco sarà aperta una nuova sezione, per cui tali risorse umane risultano ancora più preziose».

Questi passi non possono essere la soluzione a tutti i problemi, ma sono un aiuto concreto a chi lavora in istituto. «Ventuno nuovi agenti non bastano per risolvere tutti i problemi – aggiungono i parlamentari M5S – Come MoVimento 5 Stelle ci attendiamo attenzione e un aiuto per gli istituti di Modena e di Castelfranco. Teniamo monitorata la situazione: l’attenzione resta e deve restare ancora alta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA