Contenuto riservato agli abbonati

Formigine. I giovani vandali scatenati in centro: rotte le telecamere e il gioco inclusivo

Il gruppo di ragazzini ha preso di mira il parco vicino l’Avap Rovinata la giostra donata per i bambini con disabilità

Formigine. Domenica sera, come spesso fanno, si sono ritrovati nel parchetto che si trova dietro la sede Avap di Formigine, all’altezza di viale Sant’Onofrio e via Giardini Nord e tra urla e risate hanno danneggiato una giostra inclusiva destinata ai bambini disabili, per poi fuggire alla vista di adulti che li richiamavano. Qualche giorno prima – probabilmente “i soliti noti”, anche se sono in corso verifiche da parte di polizia locale e anche carabinieri – altri ragazzini si sono divertiti a distruggere con un pallone da calcio due telecamere in centro. È stata identificata ieri dai carabinieri la combriccola di 10-15 ragazzi e ragazze che hanno indicativamente tra i 14 ed i 16 anni, che in questi ultimi giorni hanno provocato diversi danni in giro per la città. Domenica sera sono stati alcuni residenti di passaggio ad accorgersi quanto stava avvenendo nel parco dietro l’Avap. Almeno una decina di adolescenti era impegnata a spingere, “forzandola”, la giostra inclusiva donata dalla Biblioteca del Gufo. Si tratta di un’altalena su cui anche i bambini in sedia a rotelle possono divertirsi. Ebbene, l’altra sera i vandali sono saliti in gruppo sulla giostra, mentre altri amici spingevano l’altalena con forza. In quel momento stavano transitando dei residenti che hanno immediatamente richiamato i ragazzi: e, questi, a quel punto sono scappati.

Subito dopo le segnalazioni, la polizia locale di Formigine si è messa al lavoro: «In zona – conferma il comandante Marcello Galloni – c’è la videosorveglianza, e ci sono anche le telecamere dell’Avap, per cui chiederemo anche a loro. Si tratta di giovani tra i 14 ed i 16 anni che hanno creato già qualche disagio in giro. Non sono cattivi, appena vedono una divisa e vengono identificati si calmano». Tra l’altro – ma questo è ancora da chiarire – è probabile che gli stessi giovani siano quelli che qualche giorno fa hanno danneggiato due telecamere di videosorveglianza a Formigine in piazza Calcagnini. Lo hanno fatto colpendo ripetutamente e volutamente gli occhi elettronici con delle pallonate, finché non sono riusciti a portare a termine l’obiettivo: «Erano proprio sotto la telecamera – spiega il comandante Galloni – quindi sono stati ripresi».


E nel pomeriggio di ieri il sindaco Maria Costi ha confermato: «Sono stati identificati dai carabinieri, sia i ragazzi che hanno vandalizzato la giostra che quelli che invece hanno danneggiato le telecamere. Fortunatamente il gioco inclusivo del parco, che era stato donato dalla Biblioteca del Gufo, non è stato danneggiato irrimediabilmente, e si può già usare. Si è staccata una “molla” che verrà ripristinata al più presto, quindi i bambini in carrozzina possono già andare a giocare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA