Contenuto riservato agli abbonati

Giovane carpigiana disabile adescata in un parco: «Violentata da due uomini tutta la notte»

Secondo il racconto della ragazza, lei ha chiesto una sigaretta, ma è stata caricata in auto e portata nelle campagne di Novi

Carpi. Prima l’avrebbero fatta salire in auto con la scusa di andare a prendere quella sigaretta che, pochi istanti prima, lei aveva domandato. Poi, una volta in macchina, l’hanno portata nelle campagne di Novi, dove entrambi avrebbero abusato di lei, dopo aver fatto uso di cocaina.

La polizia sta indagando in seguito alla denuncia scattata dopo la visita in ospedale di una giovane disabile, assistita dai Servizi sociali.


L’episodio risale a una ventina di giorni fa e, secondo la ricostruzione effettuata dalla ragazza, tutto è iniziato quando lei è uscita dall’alloggio per raggiungere un parco che si trova vicino alla sua abitazione.

Qui, si sarebbe imbattuta in due uomini, un italiano e un altro di origine straniera. La ragazza si è rivolta a loro chiedendo una sigaretta ma non avrebbe mai immaginato quanto sarebbe successo di lì a poco. È qui, infatti, che è scattata la trappola, secondo il racconto della giovane, che ha visto trasformarsi quella serata in un incubo indelebile.

I due che, sempre secondo quanto riferito dalla ragazza, abitano in un condominio più volte finito al centro delle cronache per problemi di degrado, l’avrebbero infatti portata in auto nelle campagne nelle vicinanze di Novi per abusare di lei. Erano circa le 20.30 quando è stata caricata in auto con la scusa di andare a comprare le sigarette che lei aveva richiesto.

Secondo il racconto, entrambi avrebbero abusato di lei tutta la notte e, prima ancora, avrebbero assunto cocaina.

Il mattino seguente, i due l’avrebbero trasportata presso l’alloggio in cui era ospitata, deridendola.

Più persone si sono accorte dello stato di profondo turbamento in cui versava la giovane e l’hanno accompagnata al pronto soccorso. In seguito alla visita, è scattata la denuncia d’ufficio.

Con grande cautela i sanitari hanno tentato di metterla a proprio agio, facendosi raccontare la situazione. E da quel momento la ragazza ha svelato a conoscenti e polizia quanto è successo: ovvero che, una volta chiesta la sigaretta ai due che aveva incontrato al parco, è stata caricata in auto e la serata si è presto trasformata in un incubo.

La giovane ha riferito più dettagli che si potranno rivelare preziosi alla ricostruzione di quanto accaduto e sui quali la polizia sta cercando di fare chiarezza. Certo, il racconto della ragazza ha provocato profondo sconcerto in amici e conoscenti. Intanto i Servizi sociali, una volta appreso il racconto, hanno disposto che si facesse luce su quanto accaduto e si sono interessati nel prestare assistenza anche i famigliari della giovane con l’obiettivo di rendere meno dolorosa una vicenda drammatica e allarmante per l’intera collettività carpigiana.