Contenuto riservato agli abbonati

Castelfranco. Due risse in centro in pochi giorni «Ora più sorveglianza di notte»

Castelfranco Il sindaco: «Non siamo preoccupati, ma monitoriamo»



Castelfranco Il sindaco Giovanni Gargano annuncia un aumento della sicurezza in centro storico. Lo ha detto nel corso del Consiglio comunale sollecitato dall’intervento di Angela Piccioli, consigliere della Lega che ha chiesto chiarimenti sugli ultimi due interventi dei carabinieri, per un uomo ubriaco in un bar e una rissa tra un gruppo di adolescenti.


Il caso più eclatante è avvenuto due lunedì fa, quando una persona in evidente stato di ebbrezza ha creato il caos in un locale: «Il tutto è scaturito – precisa Gargano – per un apprezzamento nei confronti di una donna. Ne è nato un diverbio molto acceso, con successivo tafferuglio che ha costretto i presenti ad allontanarsi».

Il locale in questione è il Caffè Piccolo di Corso Martiri dove i carabinieri hanno arrestato il disturbatore.

«C’è poi la questione delle cosiddette baby gang, un termine che non condivido. Siamo di fronte a gruppi di ragazzini che, specie nell’area della Stalla, assumono atteggiamenti che vanno un po’ oltre: in particolare per la mancanza di rispetto per il bene pubblico. Hanno bruciato oggetti e arrecato disturbo ad altre persone. Ma non sono mai stati violenti. Non voglio sminuire la gravità dei fatti ma circostanziarli. Venendo al caso specifico avvenuto in centro. Alcuni giorni fa c’è stato un incontro tra due gruppi di ragazzini, probabilmente nemmeno residenti a Castelfranco, che si sono spintonati, urlando e calciando alcune sedie. Poi si sono dileguati. Anche in quel caso sono intervenuti i carabinieri. Comprendo come episodi del genere arrechino apprensione e per questo da tempo, assieme a carabinieri e polizia locale, monitoriamo la situazione anche se non posso parlare di allarme. Come amministrazione stiamo facendo alcune valutazioni su come migliorare la sorveglianza in modo che ci possa essere un presidio più serrato nelle ore notturne».l