Modena, oggi Signori mette nero su bianco

La mezzala in prestito dalla Samp. Per l’attacco idea Gerardi

di Giovanni Balugani

Oggi Modena e Sampdoria metteranno le firme sul passaggio, o meglio sul ritorno in gialloblù di Francesco Signori. Il centrocampista arriva alla corte di Cuttone con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino e potrà essere utilizzato già dalla prima del 2012, la trasferta di Verona. L’estate di Signori era stata promettente: il Modena, dopo la brillante stagione dell’anno passato in maglia canarina, lo aveva riscattato, ma i blucerchiati avevano immediatamente esercitato il diritto di controriscatto. Su questa decisione era pesata molto l’opinione dell’ormai ex tecnico della Sampdoria Atzori, che contava molto su Signori. La realtà del mercato doriano, però, aveva cambiato le idee del tecnico che già dal ritiro estivo aveva relegato Signori ai margini del proprio progetto. Perciò su di lui ad agosto si erano incentrati gli interessamenti di diverse società, tra cui Modena e Sassuolo: i canarini, proprio durante le ultime ore di mercato, aveva avuto la possibilità di riprenderlo senza che però se ne facesse nulla. In molti lo hanno rimpianto nel girone di andata, lo stesso ds Fausto Pari e anche Cristiano Bergodi, che di un centrocampista così avrebbe avuto un gran bisogno, visto che il centrocampo canarino conta dal passo non certo fulmineo. Ecco perché la rapidità e l’aggressività di Signori saranno fondamentali, soprattutto se si proseguirà con il rombo in mezzo. Alla ripresa degli allenamenti fissata per il 28 dicembre Cuttone potrà quindi contare su Signori, che è vero che non ha mai giocato in questa stagione, ma si è sempre allenato con continuità e vista anche la struttura fisica, non impiegherà molto a trovare la condizione ottimale. Il resto del mercato gialloblù è sostanzialmente bloccato, ma è in rapido divenire. Al momento la priorità è l’acquisto di una punta centrale e probabilmente un altro giocatore offensivo, duttile in grado di ricoprire sia il ruolo di seconda punta che di esterno d’attacco. Per la prima punta se, come annunciato, non ci saranno spese folli, l’idea delle ultime ore è quella di Federico Gerardi, classe 1987, attualmente in forza al Grosseto, dove però è chiuso dai vari Sforzini, Lupoli e Alfageme. Con ogni probabilità Gerardi lascerà la Maremma dove è in prestito dall’Udinese, detentrice del cartellino. L’ex Portogruaro è una prima punta forte fisicamente, che nella stagione scorsa ha realizzato 6 reti. Se il Modena alzasse il mirino ci sono almeno due attaccanti di spessore in uscita da due club della massima serie: Matteo Ardemagni dell’Atalanta (obiettivo difficile vista anche la concorrenza da parte di altri club cadetti) e Marcelo Larrondo argentino del Siena. Sempre per l’attacco Pasi è in attesa di una chiamata dal Modena. In uscita si complica la situazione di Bernacci: il Bologna è restio a riprendere il calciatore a gennaio. L’attaccante è in prestito gratuito al Modena fino a giugno, quindi i felsinei si sono chiamati fuori per “sistemare” il romagnolo. Nel frattempo il Catanzaro sta facendo carte false per riportare in Calabria Mimmo Giampà, offrendogli un biennale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA