Il Modena ha portato un sorriso a Bomporto

Una delegazione di giocatori e dirigenti ha fatto visita a una zona duramente colpita dall’alluvione. L’incontro con i bambini delle Caiumi

Un'emozione speciale per i giocatori del Modena e per i bambini di Bomporto: un giorno insieme, per regalare un momento di svago e gioia ai più piccoli e per rendere partecipi i calciatori di quali e quante siano le difficoltà portate dall'alluvione delle settimane scorse, senza dimenticare il terremoto. E così, nell'ambito dell'iniziativa della Lega di B "Un giorno per la nostra città", i canarini hanno fatto visita alla scuola d'infanzia Caiumi di Bomporto, ancora inagibile per i danni dell'alluvione. E così, accompagnati dal presidente Forcina, l'ad Marja Caliendo, il segretario Iacopino, Taibi, il team manager Russo, l'addetto stampa Francesco Prandini e il preparatore dei portieri Bizzarri, otto componenti della squadra, Burrai, Cionek, Garofalo, Gozzi, Marzorati, Minarini, Nardini e Pinsoglio hanno visitato i container dove ora i bambini svolgono le lezioni, la scuola danneggiata e gli argini del Panaro, assieme al sindaco Borghi e il vicesindaco Meschiari. Poi tutti in palestra per giocare insieme ai più piccoli, i veri protagonisti della splendida mattinata canarina a Bomporto. (gib)