Modena, è arrivato Yuki Ishikawa

Volley. Presentazione per il giovane talento giapponese e della maglia da trasferta di Modena Volley

Una sala stampa del PalaPanini gremita, l’arrivo di un emozionato Ishikawa, la presentazione della splendida maglia da trasferta, eccolo il mondo di Modena Volley. Proprio così, oggi pomeriggio alle 16 si è tenuto un avvenimento, due, che erano una commistione di sport e storia, di innovazione e marketing. Yuki Ishikawa, maglia numero 14 Modena Volley “scolpita” addosso si è seduto, al suo fianco la traduttrice Ai Fujiwara, il dg Andrea Sartoretti e coloro che rappresentano il motore di Modena Volley, il Presidente Catia Pedrini ed il socio Dino Piacentini.

“Quella di oggi – ha spiegato Pedrini - è una giornata importante per Modena Volley e per tutto lo sport modenese. Ringrazio Yuki Ishikawa, la sua famiglia ed il suo staff, le autorità presenti ed i media, in particolare quelli giapponesi che sono venuti a Modena e tutti i nostri partner commerciali. La voglia di riportare la nostra città nel posto che merita a livello pallavolistico non poteva essere ricondotta solamente al creare una squadra di alto livello: era mia intenzione, o meglio, di tutto il nostro staff, fare di più. Ho parlato di staff e a questo proposito ringrazio Paolo Grazioli e Ai Fujiwara, Luca Rigolon, Elena Baschieri, Luca Barozzini, Gian Paolo Maini e Carlo Foschi, una vera e propria squadra nella squadra. Considero l’arrivo di Yuki qui – ha continuato il Presidente - solamente l’inizio di una collaborazione con il Giappone che era ed è uno degli obiettivi di Modena Volley sin dall’arrivo mio e del mio socio Dino Piacentini. Come avete letto, ma ci tengo moltissimo a ribadirlo, per la prima volta un giocatore universitario (Ishikawa compirà 19 anni tra 10 giorni) viene lasciato libero di giocare all’estero in un campionato professionistico, avvenimento mai accaduto prima e del quale non possiamo che essere profondamente orgogliosi. Questa eccezione è stata fatta perché è iniziato un importante programma di sviluppo con Modena Volley, che abbiamo voluto a tutti i costi portare avanti, e questa è la prima pietra di un percorso che spero ci porti molto lontano. Vogliamo realizzare un Centro di sviluppo internazionale, non solo sportivo, ma anche culturale e commerciale e l’arrivo a Modena di Ishikawa ne è la testimonianza più chiara. Perché Yuki? Sarà il nostro direttore Andrea Sartoretti a spiegarvelo. Da parte mia faccio un grande in bocca al lupo a Ishikawa, l’ho conosciuto, è un ragazzo che sa dove vuole arrivare, giovane, ma con le idee chiare, perché a Modena si sceglie sempre prima l’uomo e poi l’atleta. Nella giornata odierna abbiamo anche il piacere di presentare la nostra nuova splendida maglia da trasferta. Sulla maglia, ben visibile, ed a farne da simbolo, sarà la grande onda di Kanagawa dell’artista giapponese Hokusai. E’ un enorme piacere vedere presenti tutti gli sponsor che insieme a noi stanno prendendo parte a questa grande avventura in SuperLega. Approfitto per ringraziare anche Alex Tanahashi, Vice Presidente di Topcon, importante azienda che ha sede a Concordia e che insieme ad una delegazione di cinquanta dipendenti ha deciso di partecipare a questa importante giornata”. La parola è poi passata al dg Andrea Sartoretti: “Non posso che iniziare anche io facendo un enorme in bocca al lupo a Yuki Ishikawa, che arriva in un campionato importante, in una città importante che ha una squadra importante. E’ stato scelto perché ritengo che abbia tutte le qualità umane, tecniche e fisiche per fare bene qui in Italia. E’ chiaro, dovrà essere molto bravo ad inserirsi in un gruppo già molto compatto e di altissimo livello, ma sono convinto che grazie al suo lavoro, a quello di coach Lorenzetti e dei compagni di squadra potrà ritagliarsi un giusto spazio. Nel 2014, per darvi qualche cenno sul ragazzo, Ishikawa è stato convocato in vista delle Olimpiadi di Rio 2016 ed è divenuto il più giovane atleta giapponese a vestire la maglia della sua nazionale di pallavolo. A settembre 2014 ha vinto la medaglia d’argento ai campionati asiatici svoltisi a Inchon (Corea): Ishikawa ha giocato l’intera competizione da titolare, mettendosi in luce in ogni fondamentale e risultando il miglior giocatore della sua squadra nella fase finale. Ecco perché lo abbiamo scelto, perché Modena è l’ambiente giusto dove può fare un salto di qualità importante, io ne sono sicuro”.