Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Giro d'Italia: a Sestola vince l'italiano Ciccone e Jungels maglia rosa

La provincia di Modena  vive una due giorni in rosa grazie all'arrivo della tappa del 17 maggio a Sestola e alla partenza, il 18 maggio, della tappa da Modena a Asolo. Ecco le informazioni utili per seguire la carovana rosa. LO SPECIALE GAZZETTA DI MODENA SUL GIRO D'ITALIA

Il Giro d'Italia torna a Modena e provincia. Dopo l'edizione 2014 che ha visto il transito della nona e decima tappa, il territorio modenese vive anche quest'anno l'emozione del passaggio dei ciclisti in occasione della 10° e 11° tappa, rispettivamente il 17 e il 18 maggio 2016.

Giro d'Italia a Sestola: su Instagram le foto dei tifosi lungo la strada

Giulio Ciccone, della italiana Bardiani Csf, ha vinto per distacco la 10/a tappa del Giro d'Italia, da Campi Bisenzio a Sestola, di 219 km.

...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Il Giro d'Italia torna a Modena e provincia. Dopo l'edizione 2014 che ha visto il transito della nona e decima tappa, il territorio modenese vive anche quest'anno l'emozione del passaggio dei ciclisti in occasione della 10° e 11° tappa, rispettivamente il 17 e il 18 maggio 2016.

Giulio Ciccone, della italiana Bardiani Csf, ha vinto per distacco la 10/a tappa del Giro d'Italia, da Campi Bisenzio a Sestola, di 219 km.

Sestola: l'emozione di Ciccone trionfatore nella tappa del giro

E' il terzo successo di un italiano al Giro. Ciccone, 22 anni, alla prima stagione da professionista. Ciccone ha preceduto il russo Ivan Rovny (Tinkoff) staccato di 43", il colombiano Darwin Atapuma (Bmc) giunto a 1' 19" e l'americano Brown (Cannondale) a 1'51". Quinto un altro azzurro, Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini) 

Facce da Giro d'Italia: i tifosi a Sestola

Bob Jungels, lussemburghese della Etixx Quick Step, è la nuova maglia rosa del Giro d'Italia dopo la 10/a tappa, da Campi Bisenzio a Sestola. L'ha strappata al compagno di squadra, l'italiano Gianluca Brambilla, giunto attardato sul traguardo di Sestola di 3 minuti e mezzo circa dal vincitore di tappa Giulio Ciccone e di oltre un minuto dallo stesso Jungels

Serramazzoni: che festa per il Giro d'Italia

 Giulio Ciccone della Bardiani Csf  ha vinto in solitaria la decima tappa  al termine di un arrivo in salita (il secondo della corsa a tappe) tra le montagne su cui ha mosso i suoi primi passi sugli sci l'indimenticabile Alberto Tomba. Bob Jungels, compagno di squadra di Gianluca Brambilla, è invece la nuova maglia rosa, strappata all'italiano (che ha lavorato per lui nel finale) all'indomani della seconda giornata di riposo del Giro.

Sestola: l'italiano Ciccone vince la tappa modenese

Il lussemburghese ha ora 26" di vantaggio su Amador, mentre Nibali (ora quinto a 50") ha perso quattro secondi nel finale dallo spagnolo Valverde (terzo a 48"). Ma la corsa rosa perde anche uno di coloro che doveva essere tra i protagonisti della gara, ovvero quel Mikel Landa del Team Sky che lo scorso anno salì sul terzo gradino del podio a Milano alle spalle di Contador e Aru. Il corridore basco, colpito da un virus intestinale nella notte, ha provato a prendere il via, ma già alla prima ascesa, il Passo della Collina, ha accumulato 7 minuti di ritardo dal gruppo dei migliori. Motivo per cui i direttori sportivi della sua squadra hanno convinto Landa, dopo 66 km di corsa, a ritirarsi. In mattinata era già giunta invece la notizia del forfait di Fabian Cancellara, anche lui alle prese con problemi fisici sin dalla prima tappa del Giro.  

Da Marano a Sestola aspettando il Giro d'Italia

L'ARRIVO A SESTOLA. dopo 216 chilometri. La partenza  da Campi Bisenzio e con quattro Gran premi della montagna, di cui due in territorio modenese a Pian del Falco (a 1.352 metri di altezza) e a Sestola (998 metri).

Sestola in festa per il Giro d'Italia

Il Giro entrerà nel territorio modenese a Montese e attraverserà Ponte di Samone, Marano, San Dalmazio, Serramazzoni, Pavullo, Polinago, Lama Mocogno, il ponte di Strettara, Montecreto e Fanano.

Serramazzoni: facce da Giro d'Italia

LA PARTENZA DA MODENA. Mercoledì 18 maggio partenza da Piazza Roma dell'11° tappa del Giro. I corridori entreranno in piazza Roma attraversando in bici il cortile d’onore dell’Accademia per poi firmare il registro di gara. La partenza dei ciclisti è in programma intorno alle 11.30, direzione Asolo in Veneto.

Già dalle 10.30 partirà la carovana pubblicitaria che, proveniente da corso Vittorio Emanuele (chiusa al transito per tutta la mattina), entrerà in piazza da via Tre Febbraio e poi percorrerà il tragitto della gara, lo stesso sul quale sfileranno i corridori: via Farini, a sinistra sulla via Emilia, Largo Garibaldi, a sinistra in via Ciro Menotti per attraversare il cavalcavia e dirigersi verso Nonantola. Quella in centro storico sarà una passerella perché il chilometro zero, la partenza effettiva della corsa, è in via Nonantolana, all’altezza del distributore Esso.

Le strade interessate dal passaggio della corsa verranno chiuse al traffico almeno un’ora prima del via. In piazza Roma mercoledì 18 maggio dalle ore 9.00 è aperto al pubblico il Villaggio Rosa. Il Villaggio sarà caratterizzato dagli stand degli sponsor nell’area della piazza verso piazzale San Domenico, mentre sull’altro versante, in direzione corso Accademia, sarà allestita la zona riservata agli ospiti con pass. Al centro, a fianco dell’ingresso del Palazzo Ducale, il palco con le animazioni, la musica e le premiazioni.

Sulle strade dell' Appennino alla vigilia del Giro d'Italia

Una volta lasciata Modena la carovana proseguirà in direzione Asolo attracversnado la Bassa. I ciclisti percorreranno le strade di Nonantola, Stuffione, Camposanto, Canaletto, Finale Emilia, Scortichino, Bondeno etc.

A SESTOLA LA MOSTRA DEDICATA A PANTANI A Sestola, in occasione dell'arrivo di tappa del Giro d'Italia, martedì 17 maggio, sarà possibile visitare per un giorno una mostra dedicata a Marco Pantani allestita al piano terra dell'hotel Roma in corso Libertà 55 (inaugurazione alle ore 10).

Sestola, arriva il Giro d'Italia: il paese vestito a festa

La mostra è organizzata e curata direttamente dalla Fondazione museo Pantani in collaborazione con Provincia di Modena e Comune di Sestola e con il supporto di studio Ghiretti. Saranno esposti alcuni autentici cimeli del Pirata provenienti dal museo di Cesenatico, tra cui spiccano la maglia rosa del Giro d'Italia 1998 e la maglia gialla del Tour de France 1998; una maglia della Fausto Coppi sua prima squadra, una maglia Carrera Bianca del migliore giovane Giro d'Italia 1994, una maglia della Nazionale italiana ai Mondiali in Colombia poi gli occhiali utilizzati al Giro d'Italia 1998, una bici e scarpini del Pirata del Giro d'Italia 2000, le bandane al Tour de France e al Giro, poi tante foto e immagini e articoli di stampa.

METEO FAVOREVOLE: LE PREVISIONI  I modelli di previsione indicano una giornata favorevole a ciclisti e appassionati. Questo il responso di Luca Lombroso, dell'osservatorio geofisico dell'Università. La mattinata infatti sarà inizialmente soleggiata, con graduale aumento delle nubi di tipo alto e stratificato, ma saranno solo velature. In Piazza Roma si prevede una temperatura minima di circa 12-13°C con termometro che alle 11.14, alla partenza della tappa, si porterà sui 18-19°C. Un po’ di vento spirerà da est, abbastanza debole, ma a seconda dei tratti stradali potrebbe un po’ infastidire, o viceversa avvantaggiare, la pedalata. Nel corso della tappa poi le nubi andranno aumentando ulteriormente, ma non sono previste precipitazioni nella tratta verso Asolo, dove all’arrivo il termometro sarà attorno ai 22°C.

Andando oltre nello sguardo ai modelli si prevedono piogge nella giornata di giovedì 19 maggio, ma probabile gradito arrivo dell’anticiclone delle Azzorre per il fine settimana che, una volta tanto, si preannuncia stabile e tiepido con termometri in risalita a 25-26°C a Modena e a Reggio Emilia. Atleti, squadre e appassionati potranno seguire le condizioni meteo dagli strumenti e dalla webcam, che inquadra la città di Modena e la Ghirlandina verso l’Appennino, dalla pagina dati dell’Osservato Geofisico del DIEF UNIMORE all’indirizzo http://meteo.unimore.it/meteo/

MODENA- FINALE COME CAMBIA LA VIABILITA' La viabilità dell'anello della tangenziale non subirà ripercussioni, l’unica uscita chiusa sarà la 6, mentre per le vie Val di Taro e Caruso, che non hanno vie d’uscita alternative, è prevista una specifica comunicazione ai residenti. Sarà consentita l'uscita sulla via Nonantolana tramite un by-pass sino a via Torrazzi per poi raggiungere la tangenziale, completa sospensione all’arrivo degli atleti. Una pattuglia della Polizia municipale sarà a disposizione di residenti e attività.

L’interruzione del traffico almeno un’ora prima del passaggio della corsa varrà anche per le strade provinciali percorse dalla tappa che, dopo Nonantola, prevede il passaggio da Ravarino, Camposanto e Finale Emilia per entrare nel ferrarese a Bondeno.

Il traffico dei mezzi pesanti da Bomporto sarà deviato sulla Ravarino – Carpi (si raggiunge Modena utilizzando il Canaletto), mentre le automobili potranno utilizzare via Munarola in direzione Albareto.

DIVIETI DI SOSTA E DI TRANSITO A MODENA. Già da martedì 17 maggio, però, in città sono previsti divieti di sosta e di transito in alcune aree del centro per consentire l’allestimento del Villaggio in piazza Roma. Dalle 14 di martedì, infatti, e fino alle 18 di mercoledì sarà vietata la sosta davanti al PalaMolza per riservarla alla Carovana del Giro, in corso Canalgrande (dal civico 111 fino ai Giardini pubblici), in corso Vittorio Emanuele, in via 3 Febbraio, in piazzale San Domenico e in via Belle Arti, in via Caduti in Guerra fino all’intersezione con via San Giovanni del Cantone e in tutta via San Giovanni del Cantone. Per gli hotel di corso Vittorio Emanuele, dove sarà anche vietato il transito (come in via 3 Febbraio, in piazzale San Domenico, in via Belle Arti e in corso Accademia), saranno previsti parcheggi gratuiti in zona Tempio.

VIABILITA' ALTERNATIVA A MODENA. PERCORSI ALTERNATIVI PER IL CENTRO.

In centro storico, per la zona di piazza Roma i percorsi alternativi prevedono l’utilizzo di viale Caduti in Guerra che, nel tratto compreso tra via San Giovanni del Cantone e Piazzale Natale Bruni, sarà percorribile a doppio senso di marcia. Pertanto l’uscita sarà prevista nella rotatoria di piazzale Natale Bruni dove una pattuglia della Polizia municipale gestirà i transiti. In zona Musicisti saranno chiusi tutti gli accessi confluenti su via Ciro Menotti: percorsi alternativi via Verdi e via Bonacini. Dall’area di via Paolo Ferrari si utilizzano le uscite su Natale Bruni. In zona Mari (quartiere Crocetta) l’uscita è su via Santa Caterina in direzione Malavolti – Tangenziale. Per la zona Torrenova si esce verso via Albareto, via Francia e tangenziale.

In via Repubblica di Montefiorino l’uscita è su via Santa Caterina in direzione Malavolti – Tangenziale. Per via Nonantolana (tra Ciro Menotti e via del Lancillotto) l’uscita è in direzione Est (Manfredo Fanti e Canaletto) e tangenziale. Per l’attraversamento della zona Sacca è consigliato il cavalcavia Cialdini. Per la zona Torrazzi, lato sud, le uscite sulla tangenziale agli svincoli 4 e 5; lato nord, da via Cavo Argine, direzione Albareto, via Francia e tangenziale in tutte le direzioni.

MODENA: CAMBIANO I PERCORSI DEI BUS

Seta informa gli utenti del bacino provinciale di Modena che nelle giornate di martedì 17 e mercoledì 18 maggio, per consentire il regolare svolgimento della 10° ed 11° tappa del Giro d’Italia, saranno attivate diverse modifiche alla viabilità ordinaria che comporteranno variazioni di percorso e di orario per le linee di trasporto pubblico nella zona pedemontana (Marano sul Panaro, Montese) ed appenninica (Serramazzoni, Pavullo, Polinago, Lama Mocogno, Fanano, Montecreto, Sestola) nella giornata di martedì 17, mentre nella giornata di mercoledì 18 maggio le modifiche interesseranno il servizio urbano di Modena ed alcune linee extraurbane della Bassa modenese (Nonantola, Ravarino, Camposanto, Finale Emilia). In particolare, il transito della carovana pubblicitaria e dei corridori renderà necessarie alcune modifiche alle corse delle linee extraurbane 410-430-610-615-630-631-710-720-730-731-745-760-800-810-820-830-840-845-870-890; a Modena, le linee urbane interessate saranno le seguenti: 1-2-3-4-7-8-9-10-11-12-14. Ulteriori modifiche potrebbero essere disposte in corso d’opera, in funzione delle decisioni prese dai competenti organi di polizia.