Barbieri passerella agli Champs Elysees

Ciclismo. Dopo l’oro agli Europei, l’Omnium a Fiorenzuola, poi gara a Parigi prima dell’arrivo del Tour de France

Rachele Barbieri, il giorno dopo la medaglia d’oro agli Europei su pista nel suo "eremo " di Stella di Serramazzoni.

«A volte i sogni si avverano e così è stato. La conquista nella della medaglia d'oro nello Scratch, agli Europei ha in pratica portato i conti in parità».

Questo il concetto espresso dll'azzurra 24 ore dopo il trionfo di Montichiari.

«Ci voleva proprio una grande impresa per rimettere tutto al posto giusto e così è stato. Ho lavorato tanto sui libri per raggiungere il diploma di ragioneria; ho lavorato tanto su pista e strada per raggiungere la grande condizione, andando persino a gareggiare con gli Juniores la scorsa domenica a Calderara nel bolognese. Ieri l'altro è stato il momento per raccigliere i frutti di tanti sacrifici. Ritirato il diploma di Ragioniera dall'Istituto di Pavullo con un bel 80-100simi, sulla pista del velodromo di Montichiari ho messo tutto quello che avevo in corpo per riuscire a portare a casa la medaglia d'oro nello Scratch. Ora, raggiunti i due obiettivi principali mi posso anche divertire. Martedì, mercoledì e giovedì sera sarò impegnata sulla pista del velodromo "Pavesi" di Fiorenzuola nel corso "Sei Giorni delle Rose"che si disputerà da domani fino al 24 luglio.- Tra una prova e l'altra dei partecipanti alla "Sei Giorni" noi "girovaghi" della pista ci esibiremo nella Corsa a Punti e nella prova Scratch di martedì. Mercoledì e giovedì prenderemo parte alle 6 gare dell'Omnium. Ma il bello della festa sarà domenica prossima, 24 luglio, quando con il mio team USA Cycling, parteciperemo alla gara femminile che si disputerà a Parigi sui viali dei Campi Elisi in attesa dell'arrivo dei partecipanti al Tour de France. Una corsa che sarà una sorta di prova generale dei prossimi Mondiali su strada».

«Dopo la "Sei Giorni delle Rose" si ritornerà alle gare su strada anche per accontentare i miei dirigenti del team USA, in quanto avevo saltato il Giro d'Italia su strada per prepararmi agli Europei. La conquista della medaglia d'oro ha accontentato tutti. Da fine luglio, quindi solamente gare su strada con la speranza di riuscire a centrare uno dei tre gradini del podio».