Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Cabassi è un fortino In casa il Carpi viaggia fortissimo

Tra le mura amiche i biancorossi hanno un ritmo da playoff: raccolti 21 punti contro il 14 conquistati in trasferta

Vigilia di Carpi-Cremonese, vigilia di quella che per i biancorossi potrebbe essere “l’operazione sorpasso”. I grigiorossi, infatti, sono un passa avanti della formazione guidata da mister Calabro (rispettivamente 36 e 35 punti). Una vittoria potrebbe dunque garantire l’acceso a piedi pari nelle prime otto posizioni. Per riuscirci, il Carpi dovrà affidarsi allo stadio Cabassi che, nonostante qualche passo falso, ha regalato spesso gioie e successi. Non a caso se si considera solo la classifi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Vigilia di Carpi-Cremonese, vigilia di quella che per i biancorossi potrebbe essere “l’operazione sorpasso”. I grigiorossi, infatti, sono un passa avanti della formazione guidata da mister Calabro (rispettivamente 36 e 35 punti). Una vittoria potrebbe dunque garantire l’acceso a piedi pari nelle prime otto posizioni. Per riuscirci, il Carpi dovrà affidarsi allo stadio Cabassi che, nonostante qualche passo falso, ha regalato spesso gioie e successi. Non a caso se si considera solo la classifica valida per le gare casalinghe, i biancorossi sarebbero saldamente ai playoff a quota 21. Uno score che è il frutto di 6 vittorie, tre pareggi e altrettanti ko.

Di recente, poi, l’impianto cittadino si è trasformato in una sorta di fortino. Già perché nelle ultime sei giornate casalinghe sono arrivati in dote ben 12 punti. L’ultimo successo è recentissimo e coincide con un altro big-match valido per i playoff. Ogni riferimento è alla vittoria ottenuta contro lo Spezia solo un paio di settimane fa e firmata da Mbakogu e Melchiorri. Mentre per trovare un passo falso bisogna tornare alla sfida contro il Palermo del 24 ottobre 2017 (1-3, rete biancorossa di Sabbione). Detto delle 21 lunghezze ottenute in casa è sin troppo facile intuire che lontano dal “Cabassi” di punti ne sono arrivati 14. In questa altra speciale classifica, il Carpi invece risulta essere fuori dalla zona calda. Da sfruttare, mai come in questo momento, c’è dunque il fattore casalingo. Un dato, quello dedicato a questo andamento parziale, che va a sommarsi anche ad un altro aspetto positivo. Nelle ultime uscite l’attacco di mister Calabro ha infatti cominciato a macinare. Due reti contro il già citato Spezia e due reti sabato scorso con la Salernitana. Anche in questo caso l’andamento è diverso se si considerano solamente le gare intere. Anzi, per meglio dire, i numeri sono decisamente opposti. Al “Cabassi” le reti realizzate sono 16 contro le 6 segnate fuori casa.

NOTIZIARIO E ARBITRO

Biancorossi al lavoro in vista della sfida di domani. Assente il lungodegente Jelenic, mentre hanno svolto un lavoro differenziato Mbakogu e Belloni. Oggi la rifinitura a Fiorano. Cremonese-Carpi sarà arbitrata da Fabio Piscopo di Imperia (assistenti Citro-Cecconi).