Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Azimut Modena Volley, squadra contro Stoytchev. Oggi l'esonero?

Radostin Stoytchev

Ieri sera i giocatori lo hanno attaccato pubblicamente, il destino del tecnico bulgaro appeso a un filo

MODENA C'è aria di rivoluzione al Pala Panini. Una rivoluzione di tutti i giocatori della rosa di Modena Volley; tutti, dal primo all'ultimo, che dovrebbe portare quest'oggi all'esonero del tecnico Radostin Stoytchev. Catia Pedrini è tutto l'anno che raccoglie le rimostranze della rosa gialloblù sul rapporto con l'allenatore bulgaro e, dopo aver cambiato idea nel corso di questi mesi, nelle ultime ore sta maturando la decisione di esonerarlo e provare a trattenere in extremis Bruno.

Il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA C'è aria di rivoluzione al Pala Panini. Una rivoluzione di tutti i giocatori della rosa di Modena Volley; tutti, dal primo all'ultimo, che dovrebbe portare quest'oggi all'esonero del tecnico Radostin Stoytchev. Catia Pedrini è tutto l'anno che raccoglie le rimostranze della rosa gialloblù sul rapporto con l'allenatore bulgaro e, dopo aver cambiato idea nel corso di questi mesi, nelle ultime ore sta maturando la decisione di esonerarlo e provare a trattenere in extremis Bruno.

Il momento cruciale della rivoluzione di Modena Volley è avvenuta ieri nella trasmissione Barba e Capelli, quando tutta la rosa si è presentata negli studi di Trc per spiegare ai propri tifosi la verità su questa stagione. «Noi come gruppo avevamo voglia di parlare tutti insieme dopo la conclusione amara di questa stagione. La gente pensa che io e Earvin siamo giocatori viziati e polemici. Invece siamo tutti uniti e compatti, pensiamo la stessa cosa. Nessuno è stato costretto a venire qua, ma i nostri compagni sono voluti venire a parlare insieme a noi. Vogliamo raccontare la verità». Il primo a parlare è stato Bruno, con gli altri tutti a ruota, con il brasiliano che ha pronunciato parole importanti riguardo il suo futuro.