Giovanardi si sblocca e regala i primi punti mondiali nel WTCR al team “Ferraris”

Sul tracciato dello Slovakia Ring colpo di coda del sassolese al volante della sua Giulietta «Finalmente arrivano i risultati che premiano il nostro lavoro»

Colpo di coda di Fabrizio Giovanardi che allo Slovakia Ring regala i primi punti mondiali nel WTCR alla Giulietta Alfa Romeo del team Mulsanne e soprattutto vede i frutti del grande lavoro svolto durante questa parte europea di stagione non solo durante i fine settimana di gara ma nelle sessioni di test dove “Piedone” ha dato preziose indicazioni al team Romeo Ferraris. La prima e la terza gara del fine settimana slovacco hanno portato punti al pilota modenese che in gara 1 chiude quinto dopo essere partito dalla dodicesima casella in griglia ed aver recuperato sette posizioni nel corso della manche , emblematico il sorpasso ai danni di Ehrlacher che gli ha permesso di ottenere la quinta piazza a due decimi dal quarto e tre secondi dal podio conquistato da Tarquini. Terza manche sulla falsa riga della gara di sabato, un’ottima partenza da parte di Fabrizio che nel corso della prova arriva anche in quarta posizione, un contatto con lo svedese Thed Bjork durante il nono passaggio ostacola la rimonta del pilota sulla Giulietta numero 88 che conclude settimo al traguardo, preceduto dal compagno di team Kevin Ceccon, terzo posto ad un solo secondo di distanza. Seconda manche da dimenticare, per il nostro pilota che a causa di un contatto con danneggiamento alla vettura non riesce ad essere brillante come nella prima gara e chiude 15esimo al traguardo. «Una gara rocambolesca e piena di contatti mi ha visto finire settimo - ha dichiarato Piedone- ancora una volta a punti, ero quarto ma il contatto con Björk mi ha fatto perdere posizioni. Un peccato perché la Giulietta di Romeo Ferraris meritava un risultato ancora migliore, siamo andati a punti con entrambe le macchine e finiamo la stagione europea con in tasca qualche bel risultato che fa bene al morale e rende giustizia all’immenso lavoro svolto dal team, sia a casa che in pista. Ora siamo attesi dalle due tappe di settembre previste in Cina». —

NAZZARENO MARANGON


BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI