Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sansovini lascia il Pescara e oggi firma per il Modena

L’esperto attaccante, 38 anni, ha risolto il contratto con il club abruzzese e si mette a disposizione di Apolloni. Oggi incontro tra Ferrario e la Pergolettese

La sconfitta inattesa al pronti-via stagionale contro il Mezzolara, nel giorno del ritorno in campo in una gara ufficiale a dieci mesi di distanza dall’ultima giocata, ha lasciato l’amaro in bocca in casa Modena più per il significato intrinseco di quella gara che per il suo effettivo valore, trattandosi di Coppa Italia. Tutti volevano ripartire con una vittoria, per soffiare ulteriormente sulla fiamma già ardente dell’entusiasmo e conquistare un passaggio del turno che avrebbe significato r ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

La sconfitta inattesa al pronti-via stagionale contro il Mezzolara, nel giorno del ritorno in campo in una gara ufficiale a dieci mesi di distanza dall’ultima giocata, ha lasciato l’amaro in bocca in casa Modena più per il significato intrinseco di quella gara che per il suo effettivo valore, trattandosi di Coppa Italia. Tutti volevano ripartire con una vittoria, per soffiare ulteriormente sulla fiamma già ardente dell’entusiasmo e conquistare un passaggio del turno che avrebbe significato riaprire le porte dello stadio Braglia prima dell’inizio del campionato. Così non è stato e ora il mirino va inevitabilmente puntato su ciò che conta davvero, il campionato. La trasferta di Coppa a Budrio andrà dunque archiviata come prima lezione su ciò che sarà la serie D: un campionato in cui non solo bisogna armarsi di spada anziché di fioretto quando serve, ma è fondamentale concretizzare le occasioni create contro avversari chiusi e arcigni. Il Modena vanta un potenziale offensivo di primo livello, eppure in Coppa è rimasto a secco. Così la società canarina, che già la scorsa settimana ha regalato a mister Apolloni un rinforzo del calibro di Antonio Montella, oggi sparerà l’altro botto preannunciato per concludere il mercato: questa mattina sarà infatti in città Marco Sansovini, pronto a dare un contributo prezioso in termini di gol ed esperienza alla squadra canarina. L’attaccante romano 38enne, 156 gol in carriera in 541 gare tra serie C e B, ha rescisso ieri pomeriggio il contratto che lo vincolava per un altro anno al Pescara e oggi legherà il suo nome alla rinascita del Modena, pronto a mettersi subito al lavoro con i nuovi compagni. Sansovini fu già vicino al club gialloblù a gennaio dello scorso anno, ma il matrimonio non si consumò e lui rimase a Teramo: ora ritroverà il Modena una categoria più in basso, con una società che però presenta un biglietto da visita ben diverso e che ha tanta voglia di ripartire facendo le cose per bene. L’attaccante romano, a Pescara ribattezzato “Sindaco” per il segno che ha saputo lasciare, nella passata stagione ha già vestito i colori gialloblù, quelli della Fermana in serie C. Il suo arrivo non precluderà l’auspicato ritorno di Carlo Ferrario, perché il Modena continua a sperare di riabbracciare il suo finalizzatore principe: dopo un nulla di fatto nell’incontro tra il bomber lombardo e la Pergolettese, oggi ci sarà un contatto tra le due società per vedere di riuscire a sbloccare la situazione. Ferrario ha già ribadito ai dirigenti del club di Crema, dal quale credeva di essersi svincolato automaticamente lo scorso luglio, di avere in testa solo ed esclusivamente la sua nuova avventura con la maglia del Modena. —

MARCO COSTANZINI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI