Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Gozzi: «Un altro schiaffo, bisogna trovare in fretta idea di gioco e squadra»

FORLÌ . Simone Gozzi non aveva potuto dare il proprio contributo in Coppa Italia, soffrendo dalla tribuna per la sconfitta rimediata dai compagni nel giorno del ritorno in campo del Modena in una...

FORLÌ . Simone Gozzi non aveva potuto dare il proprio contributo in Coppa Italia, soffrendo dalla tribuna per la sconfitta rimediata dai compagni nel giorno del ritorno in campo del Modena in una gara ufficiale dopo più di dieci mesi. Insieme a loro, nell’amichevole di Forlì, sperava di poter riscattare quel primo boccone amaro masticato da tutto il popolo gialloblù. Invece è arrivato un ko ancor più pesante, un’autentica debacle: «Purtroppo non è andata come volevamo, abbiamo preso un altro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

FORLÌ . Simone Gozzi non aveva potuto dare il proprio contributo in Coppa Italia, soffrendo dalla tribuna per la sconfitta rimediata dai compagni nel giorno del ritorno in campo del Modena in una gara ufficiale dopo più di dieci mesi. Insieme a loro, nell’amichevole di Forlì, sperava di poter riscattare quel primo boccone amaro masticato da tutto il popolo gialloblù. Invece è arrivato un ko ancor più pesante, un’autentica debacle: «Purtroppo non è andata come volevamo, abbiamo preso un altro schiaffo e ora non ci resta che rimetterci al lavoro per cercare un rimedio agli errori commessi in queste ultime due gare, trovando il più in fretta possibile un’identità di gioco e di squadra. La prestazione non è stata buona, c’è tanto da migliorare: questi campanelli d’allarme devono farci drizzare le antenne, meglio comunque sbagliare adesso che in campionato. È presto per parlare di preoccupazioni e non ha senso, di sicuro il gioco espresso non è ancora quello che vogliamo e che proviamo in allenamento. Non va mai dimenticato che la squadra è stata ricostruita da zero e in campo deve ancora trovare le giuste distanze tra i singoli e tra i reparti. Ora abbiamo due settimane per farci trovare pronti all’inizio del campionato, a livello di intesa e di condizione atletica, e far subito dimenticare a tutti le sconfitte del precampionato. Il girone in cui siamo inseriti non è facile, abbiamo evitato il Cesena ma c’è la Reggiana pronta a fare di tutto per arrivare davanti a noi e tornare subito in C: dovremo interpretare ogni gara nel migliore dei modi ed essere una squadra ben diversa da quella vista in questa amichevole». —

M.C.. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .