Modena può sorridere: Velasco da record, 5 semifinali vinte su 5

Il tecnico argentino quando nei playoff ha superato i quarti è poi sempre riuscito a qualificarsi per la finalissima tricolore

MODENA. Si potrebbe aggiungere un nuovo soprannome alla lunga lista di quelli affibbiati a Julio Velasco. Il “Divino”, così come lo chiamano tutti i tifosi modenesi, potrebbe essere anche chiamato il “Re delle semifinali”. Nel massimo campionato italiano, infatti, tutte le volte che Velasco ha raggiunto la semifinale ha poi vinto la serie, volando sempre in finale e vincendo quattro scudetti (tutti con Modena Volley).

Cinque su cinque per il tecnico argentino in semifinale, una sentenza quando si tratta di qualificarsi alla finale. Velasco, sabato sera, ha conquistato la sua sesta semifinale nel campionato italiano e, il 16 aprile, inizierà la sua personale caccia alla sesta finale contro una tra Perugia e Monza. I tifosi di Modena inizieranno a fare tutti gli scongiuri del caso, ma la striscia del “Re delle semifinali” è assolutamente clamorosa.

Tutto ebbe inizio nella stagione 1985/86, la prima di Velasco sulla panchina di Modena: la squadra gialloblù a fine stagione alza al cielo lo scudetto battendo 3-0 a Bologna, ma prima surclassa con lo stesso risultato Torino in semifinale. L'anno successivo iniziano le epopee Modena-Parma, con Velasco che continua a non perdere nemmeno una semifinale. Nella stagione 1986/87, la Panini supera con fatica 3-2 Falconara in semifinale, poi in finale altra faticaccia ma Parma è battuta 3-2 per il secondo scudetto consecutivo. Il terzo tricolore arriva l'anno dopo (1987/88) quando Modena supera ancora la Maxicono (3-2) mentre in semifinale aveva superato 3-0 Catania. Infine, nella stagione 1988/89, Modena abbatte Treviso 3-0 in semifinale, laureandosi ancora una volta campione di Italia battendo Parma, sempre lei, 3-1.

Poi le strade di Modena e Velasco si separano momentaneamente e, alla guida di Piacenza nella stagione 2003/04, l'allenatore argentino supera per la quinta volta una semifinale: con una squadra composta da Grbic, Zlatanov, Marshall, Osvalvo Hearndez e Gardini, tra gli altri, Velasco batte 3-0 Perugia e si qualifica alla finale dove, però, perderà contro la Sisley Treviso. In due occasioni, invece, il tecnico dell'Azimut si è fermato prima della semifinale perdendo ai quarti: nel 2005/06 perdendo contro Trento con Modena; e nel 2007/08 alla guida di Montichiari uscendo sconfitto contro Cuneo. —