Affare fatto: Romano Amadei entra nella Reggiana come nuovo patron

A pochi giorni dall’addio al Modena rileva il 30% (un altro 10% in futuro) del club granata. Doriano Tosi lo seguirà come ds

MODENA. Venerdì l’accelerata decisiva, ieri l’incontro per chiudere l’operazione e domani l’ufficialità. Affare fatto, tutto confermato: Romano Amadei è pronto a fare il suo ingresso da socio forte alla Reggio Audace, la Reggiana.

L’ormai ex azionista Modena avrà la maggioranza relativa delle quote: subito il 30% a cui andrà ad aggiungersi un ulteriore 10% . Investimento, questo, decisamente importante che farà il paio con la sponsorizzazione della sua Immergas sulle maglie granata dei “cugini”.

La trattativa sottotraccia, con tanto di chiusura lampo, ha colto di sorpresa i più da una parte e dall’altra del Secchia. Con Amadei è pronto a tornare alla Regia anche Doriano Tosi che, probabilmente, non avrà il ruolo di direttore sportivo.

Nello staff pure Giovanni Bia, da non confondere con l’ex calciatore di Napoli e Bologna, già al fianco di Tosi negli anni della scalata alla serie A della “Longobarda” guidata da Gianni De Biasi. Lo stesso Bia nei giorni scorsi si è dimesso dalla carica di diesse del Lentigione di Alfredo Amadei.

SALERNO DICE NO

Mister Immergas, che ha lasciato le quote gialloblù a Romano Sghedoni, ha tentato di coinvolgere in questa nuova avventura anche Carmelo Salerno ormai ex presidente del Modena e pure lui in procinto di affidare il pacchetto azionario al già citato Sghedoni. L’architetto di Safim, considerando proprio il legame con il Modena e Modena, ha però declinato l’invito.

Chi, invece, sarà ancora parte integrante della Reggio Audace è il gruppetto di imprenditori locali che l’anno scorso ha riavviato la “macchina” reggiana dopo il fallimento. Questo tipo di politica permetterà a Luca Quintavalli di essere nuovamente il presidente della società. Dunque Romano Amadei, in versione granata, non dovrebbe ricoprire particolari ruoli operativi. Esattamente come accaduto nella seconda, breve, esperienza in gialloblù. Per l’imprenditore di Sorbolo si tratta di una prima volta assoluta nella Reggiana, di cui è sempre stato rivale sportivo a partire dal suo ruolo di proprietario del Modena.

TOSI DIESSE

Non solo, perché al di là del Secchia il patron di Immergas ha condotto tra i professionisti il Brescello, sfiorando la serie B, poi si è dedicato al Lentigione portandolo fino alla serie D, in entrambi i casi prima delle esperienze modenesi e con Tosi sempre al suo fianco.

Per il direttore sportivo, come detto, si materializza invece un clamoroso ritorno: l’esperto dirigente, infatti, fu per alcuni giorni uomo mercato granata nel giugno 2017, quando rispose alla chiamata di Mike Piazza per poi dimettersi alla vigilia dell’inizio della stagione di Lega Pro. Tornando all’attualità e stando alle cronache reggiane, il primo obiettivo della “nuova” società targata Amadei-Tosi sarà quello di confermare bomber Luca Zamparo anche per il prossimo campionato di serie D.

L’attaccante, in gol nel derby-playoff stravinto dal Modena, ha provato (senza riuscire) a strappare la vetta della classifica marcatori al centravanti gialloblù Carlo Emanuele Ferrario.