Sassuolo, Defrel scalpita e sogna un gol all’Olimpico

Domenica l’attaccante torna da avversario a Roma, dove in giallorosso non ha avuto fortuna: 20 presenze e una sola rete



Subito all’Olimpico, subito contro la squadra giallorossa, subito contro chi lo ha voluto prima e, di fatto, scaricato poi. Domenica il Sassuolo sfida la squadra del neo tecnico Fonseca e per Gregoire Defrel non sarà una gara come tutte le altre. Già a disposizione contro la Sampdoria (che, i casi del destino, è l’altra compagine di serie A ad averlo avuto in organico, nella fattispecie nel corso della stagione passata) ma arrivato a Sassuolo da poche ore in pratica, l’attaccante parigino domenica ha decisamente più possibilità di esordire per la seconda volta con la casacca neroverde proprio a Roma, proprio contro i giallorossi. Venti presenze totali tra campionato (15 gettoni) e Champions League (5 gare nelle partite con la nota musica) per lui a Roma, un solo gol messo a segno in campionato contro il Benevento, la rete del definitivo 5-2. Poche tracce in maglia giallorossa nonostante Di Francesco, tecnico che lo aveva lanciato a Sassuolo e voluto nella capitale, nonostante una stagione culminata nelle semifinali di Champions con la leggendaria impresa contro il Barcellona e la finale solo sfiorata nella doppia sfida al Liverpool. Poche tracce a causa di una serie di piccoli infortuni, forse anche delle difficoltà di adattamento all’ambiente capitolino, sempre molto passionale e a volte anche troppo soffocante per i nuovi arrivati. Arrivato per un totale (tra prestito, obbligo di riscatto e bonus) di circa 23 milioni, Defrel è diventato un peso di cui disfarsi. Allora ecco il prestito oneroso alla Samp che non ha versato i 18 milioni del diritto di riscatto ma che, comunque, in estate ha cercato di riprendere il francese nato in Martinica e cresciuto a Parigi dopo una stagione più che positiva, con un totale di 39 presenze e 12 gol tra campionato (11 reti per lui) e coppa Italia. Defrel, di fatto, è stato uno dei pezzi pregiati del mercato delle squadre che potremmo definire di seconda fascia, immediatamente alle spalle delle big. Sampdoria, ma anche Cagliari in prima fila, hanno cercato di acquistarlo ma alla fine il Sassuolo ha prevalso non solo per l’offerta economica comunque importante (prestito oneroso con obbligo per un totale intorno ai 15/16 milioni di euro) ma anche per il progetto che ha convinto ‘Greg’ a tornare in Emilia, dove era già stato tra il 2015 e il 2017 con 73 presenze condite da 23 reti. Defrel da poco più di una settimana sta lavorando con De Zerbi che vedrà dove inserire al meglio la sua duttilità tattica in attacco, di certo il francese scalpista e sogna un gol in quell’Olimpico dove non ha trovato fortuna. —