Biasci, scatta il rinnovo automatico e il Carpi lo “blinda” fino al 2022

Il bomber ha centrato l’obiettivo che gli vale il prolungamento di contratto per un’altra stagione  in vista di un mercato  che lo vedrà tra i protagonisti

CARPI. Le reti in regular season sono 14 che diventano 15 se si considera anche la Coppa di serie C. La stagione in corso può essere definita come quella della consacrazione per Tommaso Biasci e a beneficiarne è ovviamente pure il Carpi. L’intuizione estiva del direttore generale Stefano Stefanelli ha già dato grandi risposte e altre ne sono attese da qui al termine di un combattuto campionato. Quasi scontato, a questo punto, ipotizzare un Biasci protagonista anche nella prossima di estate. Ancora non ci sono da registrare voci particolari, figuriamoci movimenti ufficiali, ma l’attaccante toscano potrebbe finire nel mirino di alcuni club. Il Carpi, nel caso, non è comunque impreparato. Già perché è ufficiale il prolungamento di contratto dello stesso Biasci: l’accordo che in origine era fino al giugno 2021 è stato allungato sino al 2022. Come? Grazie al raggiungimento di alcuni obiettivi (un mix tra gol, presenze e altri fattori) è scattata automaticamente l’opzione per un’ulteriore stagione in biancorosso. Biasci è stato dunque “blindato” dal club di via Marx che potrà presedere in considerazioni eventuali (future) richieste con più “tranquillità” e senza il patema di dover intavolare trattative di rinnovo nei prossimi mesi. Scenari ancora lontani e che non devono distrarre l’attaccante toscano capace di segnare 8 reti in 7 gare giocate nel nuovo anno. Uno score che gli ha permesso di essere l’attaccante italiano più prolifico dell’intero panorama calcistico nazionale, almeno considerando le statistiche del 2020. Il testa a testa con Ciro Immobile continua: media gol di 1,14 a partita per il biancorosso, contro l’1,12 confezionato dal centravanti azzurro della Lazio e capocannoniere incontrastato della serie A.