Modena, fatto Ingegneri è il giorno di Sodinha

Ufficializzato il rinnovo del difensore, oggi l’annuncio del brasiliano. Nel Cda societario entra Petti come consigliere



Fatto anche Ingegneri, arriva il momento di Sodinha. Il Modena chiude con il botto il poker di rinnovi che ha contraddistinto la prima parte di programmazione della nuova stagione, assieme all’ingaggio del forte difensore ex Piacenza Antonio Pergreffi: dopo Antonio Narciso, Mickael Varutti e Andrea Ingegneri, ufficializzato ieri dal club canarino, oggi è il grande giorno di Felipe Sodinha. La permanenza del fantasista brasiliano classe 1988, insieme a quella del difensore centrale romagnolo 28enne, rappresentavano le assolute priorità del Modena, intenzionato a non lasciarsi scappare due punti di forza della passata stagione alla luce del campionato ambizioso da disputare. L’aver giocato d’anticipo, rinunciando a disputare i playoff per proiettare ogni energia al futuro, proprio in quest’ottica si è rivelata una scelta saggia perché ha spento sul nascere ogni possibile interesse di tanti altri club su due dei pezzi pregiati della rosa in scadenza di contratto, che da oggi sarebbero stati liberi di fare altre scelte. Ingegneri e Sodinha, tornati ad essere calciatori di livello anche grazie alla fiducia che ha riposto in loro il Modena la scorsa estate, all’inevitabile debito di riconoscenza hanno aggiunto la convinzione di poter restare per scrivere una pagina importante della storia del club. Blindato tutto il blindabile, ora il ds Matteassi e il dg Cesati cercheranno di mettere la ciliegina sulla torta riportando a Modena anche il portiere Riccardo Gagno (’97) e l’attaccante Tiziano Tulissi (’97), pur consapevoli che tutto dipenderà dalle decisioni di Ternana e Atalanta. Intanto lo zoccolo duro da cui ripartire c’è ed è importante, impreziosito con l’acquisto di Pergreffi. E, prima di concentrarsi sui botti di mercato da sparare a centrocampo e soprattutto in attacco, si avvicina il momento delle valutazioni su chi confermare tra i giocatori già sotto contratto. Novità arrivano anche sul fronte societario: “Nei giorni scorsi - si legge in un comunicato ufficiale - si è tenuto il Consiglio di amministrazione della società, nel corso del quale è stato approvato il bilancio 2019 ed è stata formalizzata la nomina di un nuovo membro del Consiglio di amministrazione nella persona del dott. Antonio Petti. Il Consiglio attualmente è così composto: Romano Sghedoni (presidente), Alberto Lotti (vice presidente), Roberto Cesati (consigliere), Andrea Remotti (consigliere), Massimo Mammi (consigliere) ed Antonio Petti (consigliere). Il nuovo consigliere, dott. Antonio Petti, è un manager Kerakoll di grande esperienza. Lavora in azienda da 26 anni, è già amministratore delegato di Migra srl, società del gruppo attiva nella produzione di materie prime, e ha svolto un ruolo di primo piano nel processo di internazionalizzazione di Kerakoll”. —


La guida allo shopping del Gruppo Gedi