Sono scattati i playoff di C Ieri i verdetti dei playout: Grieco e Cevoli si salvano

Ieri sono scattati i playoff e si sono conclusi i playout con risultati rocamboleschi: salvezza per Pergolettese, Olbia (girone A), Imolese, Fano (girone B), Picerno e Sicula Leonzio (girone C), retrocessione per Pianese, Giana (girone A), Arzignano, Ravenna (girone B), Rende e Bisceglie (girone C). Tanti gli ex di Modena e Carpi impegnati, a partire da Edoardo Duca e Riccardo Cargnelutti, di proprietà dei gialli e pronti a tornare alla base. Per entrambi è arrivata la salvezza, anche se Duca ha rischiato di combinarla grossa: è stato espulso al 53’ , ma nonostante l’inferiorità numerica e il doppio svantaggio (1-3) la Pergolettese è riuscita a riacciuffare il pareggio per garantirsi la permanenza in C e spedire in D la Pianese dell’altro ex Emilio Dierna. Per il Fano di Cargnelutti è invece arrivato un altro successo contro il Ravenna dell’ex Carpi Benjamin Mokulu e dell’ex Castelfranco Alfonso Selleri, dopo il 2-0 dell’andata in cui aveva messo la firma il modenese Riccardo Barbuti. Nel girone B, quello di Modena e Carpi, si è salvata anche l’Imolese di Roberto Cevoli: 0-0, resistendo per più di un tempo in dieci e con un rigore sbagliato dall’Arzignano. Nel girone C, il Picerno ha ribaltato la sconfitta dell’andata con un gol su punizione di Massimo Loviso e ha spedito in D il Rende dell’ex canarino. Festa grande per Vito Grieco - ex Modena e Carpi - che ha guidato la Sicula Leonzio alla salvezza spedendo in D il Bisceglie: in campo due ex canarini “di passaggio” come il difensore Cristian Sosa e l’attaccante Alessandro Gatto. Salvezza incredibile per l’Olbia di Simone Gozzi contro la Giana di Daniele Dalla Bona: dopo la sconfitta per 1-0 in Sardegna, i lombardi - avanti di un gol - si sono fatti raggiungere al 93’ un’Olbia ridotta in nove dal primo quarto d’ora della ripresa. —

M.C.


La guida allo shopping del Gruppo Gedi